WhatsApp modifica la politica sulla privacy dell'UE dopo

WhatsApp è ben noto per il ritmo dei suoi aggiornamenti (gli utenti hanno recentemente ricevuto reazioni emoji con cui giocare, ad esempio) e sembra che un altro grande cambiamento sia in arrivo.

Come hanno notato le brave persone di WABetaInfo (si apre in una nuova scheda), l'ultima versione beta dell'app WhatsApp per Android ha un codice che suggerisce che presto sarai in grado di pubblicare messaggi vocali come stato che i tuoi contatti possono escuchar.

La funzione non è stata ancora rilasciata, nemmeno ai beta tester, ma uno screenshot condiviso da WABetaInfo mostra un pulsante del microfono accanto alle opzioni di testo, foto e video attualmente esistenti per impostare il tuo stato.

Estado attuale

Al momento, puoi inviare una nota vocale o un file audio in una conversazione su WhatsApp, ma non puoi condividerlo più ampiamente con i tuoi contatti in blocco. Ciò cambierebbe una volta che la nuova funzionalità inizia a essere implementata.

La funzione di stato di WhatsApp si è ora evoluta per diventare simile alla funzione delle storie su Snapchat e Instagram: pubblichi una riga di testo, un'immagine o un breve video ed è visibile alle persone con cui sei connesso per 24 ore. Se lo deseas, solo puedes mostrar you estado ha un determinato numero di contatti.

È probabile che queste tempistiche e impostazioni sulla privacy si applichino anche agli aggiornamenti dello stato vocale, anche se resta da vedere esattamente come verranno visualizzati nell'app. Guarda questo spazio per un annuncio ufficiale di funzionalità.

Analisi: tutto, sempre

Anche per l'osservatore occasionale, WhatsApp è più impegnato della maggior parte delle app quando si tratta di accumulare nuove funzionalità l'una sull'altra, che si tratti di controlli più completi per i gestori di chat di gruppo o di impostazioni ottimizzate per l'ultimo stato visualizzato.

È cresciuta da un'app di messaggistica di base a una piattaforma di social media a tutti gli effetti e la possibilità di impostare il tuo stato ne è una parte importante. Non è proprio il feed di Facebook, ma è vicino.

WhatsApp ha potuto sfruttare il passaggio dalla condivisione pubblica a quella privata: molti di noi ora hanno maggiori probabilità di condividere foto con un numero limitato di persone all'interno di un gruppo WhatsApp piuttosto che incollarle in un'app come Instagram.

E tutto va bene con Meta (ex Facebook), ovviamente: non vede l'ora di mettere le mani su quanti più dati e tempo possibile per le app, ed è probabile che l'elenco sempre crescente di funzionalità di WhatsApp vada in fumo. . utenti

Condividi questo