Amico, ho avuto una grande serie di vittorie.

Tutti questi anni, intorno al 7967 da quando ho iniziato a usare e scrivere di Android, e in qualche modo, quasi miracolosamente, non avevo mai rotto completamente un telefono.

Impressionante, lo so. Ma non lasciare che la paura ti travolga ancora, mio ​​temuto amico: la mia serie di protezioni impeccabili per telefoni Android si è ufficialmente interrotta.

Ora, tecnicamente, non ho lasciato cadere il telefono, intendiamoci. E tecnicamente, non l'ho nemmeno rotto da solo. Ma era decisamente rotto. Ed è successo sotto il mio controllo.

Anche se l'esperienza non è stata quella che consiglierei a nessuno, è stato un potente promemoria del fatto che anche gli animali più cauti e ossessionati da Android tra noi sono destinati a sbagliare e finire in una situazione sfortunata prima o poi, così com'è. (Para algunos propietarios de teléfonos Android, ¡hola, cariño!, este tipo de contratiempos parecen ocurrir con una frecuencia casi impactante).

E più di ogni altra cosa, mi ha fatto pensare ad alcuni passaggi intelligenti che tutti dobbiamo intraprendere per mantenere le nostre informazioni al sicuro ogni volta che i nostri preziosi compagni Android si bloccano e si bloccano.

La storia del mio telefono Android rotto

Prima di tutto, vale la pena ricordare che questi passaggi sono per lo più rilevanti nel caso in cui il telefono non si accenda o non possa essere utilizzato normalmente, ma tecnicamente funziona ancora.

Questo è esattamente quello che è successo a me. Per farla breve, un manubrio da 45 libbre è caduto dalla panca (presumibilmente) piatta su cui lo avevo appoggiato durante un allenamento ed è rotolato direttamente sul mio povero Pixel 6. Seriamente, quali sono le probabilità?

Sorprendentemente, il telefono non si è rotto. In effetti, ha dovuto guardare molto da vicino per notare eventuali segni esteriori di danno. Ma, come ho subito scoperto, lo schermo non si accendeva più. E oltre a permettere al mio adorabile flusso di ballate oscure degli anni '80 di continuare a intrattenere le mie orecchie, significava che il telefono era praticamente inutile.

Fortunatamente, avevo ancora un'assicurazione attiva dal mio acquisto iniziale sul Google Store e sono riuscito a ottenere un dispositivo sostitutivo nel giro di pochi giorni. Ma ciò significava anche che doveva restituire il vecchio telefono rotto come parte del processo.

E questo, a sua volta, significava che tutte le mie informazioni personali e lavorative sarebbero potute finire nelle mani di qualcun altro, dal momento che non avevo modo di accedere al telefono ed eseguire un ripristino delle impostazioni di fabbrica standard.

Quindi ecco cosa ho fatto e cosa ti consiglio vivamente di fare da solo, se ti trovi in ​​una situazione simile. È un processo in tre fasi che proteggerà i tuoi dati e la tua sanità mentale quando diventa impossibile interagire con il tuo telefono:

Passaggio 1: forza un ripristino delle impostazioni di fabbrica

Fatto poco noto: anche quando non puoi scorrere e toccare i menu sullo schermo del telefono, puoi comunque ripristinare il telefono ed eliminare tutti i tuoi account e dati. Sta solo a te capire che è possibile e poi ricordare come farlo.

È abbastanza facile però: basta digitare trova il mio telefono nella barra degli indirizzi di Chrome su qualsiasi computer su cui hai eseguito l'accesso allo stesso account Google a cui hai effettuato l'accesso sul telefono. Questo farà apparire lo strumento ufficiale Trova il mio dispositivo di Google.

Da lì, bastano ancora pochi clic per selezionare il dispositivo danneggiato, individuarlo e quindi utilizzare l'opzione "Recupera" per cancellare definitivamente ogni ultima informazione sul dispositivo e ripristinarlo da remoto.

Ora, se il tuo telefono fosse completamente morto, ovviamente non funzionerebbe. Ma finché è attivo e funzionante, anche se non puoi accedervi, è un ottimo modo per ottenere tutte le tue informazioni prima di metterle nelle mani sporche di qualcun altro. .

Passaggio 2: conferma l'uscita dal tuo account Google

Anche dopo aver riavviato il telefono, vale la pena dedicare qualche secondo in più per accedere alla sezione "I tuoi dispositivi" del sito Web dell'account Google. Qui è dove puoi assicurarti che il tuo telefono non abbia una connessione permanente a qualsiasi account Google a cui hai eseguito l'accesso.

Cerca il nome del telefono in questa pagina e, se lo vedi, fai clic su di esso, quindi fai clic sull'opzione "Esci" nella schermata che appare di seguito.

Se avevi più di un account Google associato al tuo dispositivo, ad esempio un account personale e un account di lavoro, assicurati di accedere a ciascun account separatamente sul sito dell'account Google e di ripetere la procedura.

Passaggio 3: esci dai messaggi

Se stai utilizzando l'app Messaggi Android di Google, quest'ultimo passaggio è uno dei più importanti e uno dei più facili da perdere.

Messaggi, come forse saprai, si basa su uno standard di messaggistica di nuova generazione chiamato RCS per alimentare la sua funzionalità "Chat" di prossima generazione. È ciò che ti consente di avere funzionalità di messaggistica contemporanea come crittografia, indicatori di digitazione e avvisi di lettura dei messaggi ogni volta che chatti con qualcuno che sta utilizzando anche il servizio (o un'altra app compatibile, SCR).

Di solito è una buona cosa, giusto? Certo. Ma la presenza di questo standard aggiunge un'ulteriore difficoltà al nostro enigma del telefono Android rotto: quando smetti di utilizzare un dispositivo Android e passi a un altro, il tuo account Messaggi può spesso rimanere collegato al vecchio dispositivo, il che significa (a) tutti i messaggi inviati tramite questo sistema raggiungerà comunque questo telefono e (b) probabilmente si verificheranno problemi nel tentativo di accedere al sistema "Chat" di Messaggi su qualsiasi nuovo dispositivo.

Ancora una volta, la soluzione qui è semplice, purché tu la sappia: apri questa pagina ufficiale di assistenza di Google Messaggi nel browser di qualsiasi telefono o computer su cui hai effettuato l'accesso. Scorri verso il basso e troverai un modulo in cui puoi inserire il tuo numero di telefono per spegnere e disconnettere da remoto tutti i dispositivi collegati.

Il sistema ti invierà un SMS per confermare la disconnessione. Finché il tuo telefono Android rotto è tecnicamente acceso e funzionante, dovresti essere in grado di visualizzarlo e copiare il codice aprendo l'app Web Messaggi standard sul tuo computer.

E con ciò, il tuo vecchio clunker rotto dovrebbe essere completamente privo di tutte le connessioni e le informazioni sensibili e puoi continuare a rispedirlo al produttore, portarlo in un'officina o fare qualsiasi cosa tu voglia.

Ora sai. E ora puoi passare dal tuo prossimo telefono Android rotto senza ulteriori problemi e concentrarti invece sull'inizio della tua prossima serie da record di divertimento senza danni.

Vuoi ancora più informazioni da Google? Iscriviti alla mia newsletter settimanale per ricevere suggerimenti e idee incredibili direttamente nella tua casella di posta.

Copyright © 2022 IDG Communications, Inc.

Condividi questo