Un recente rapporto ha suggerito che God of War: Ragnarök uscirà nel 2022 e potrebbe indicare una data di uscita a novembre.

Il rapporto arriva da Jason Schreier di Bloomberg (si apre in una nuova scheda) che ha affermato, secondo tre fonti che hanno familiarità con lo sviluppo del gioco, che è sulla buona strada per il rilascio a novembre. Due di queste fonti vanno oltre e affermano che l'annuncio della data di rilascio potrebbe arrivare più tardi a giugno.

Secondo Schreier, settembre era in precedenza il focus interno del Santa Monica Studio prima di passare a novembre. Poiché il gioco ha solo una finestra di rilascio pubblica del 2022, si tratta più di un ritardo interno che non richiede un annuncio come ha fatto la precedente mossa del gioco dal 2021 al 2022.

Come sottolinea lo stesso Schreier, sebbene novembre sia l'obiettivo "da questa settimana", quando si parla di sviluppo del gioco e date interne, nulla è scolpito nella pietra. Quindi, sebbene God of War: Raganarök stia attualmente mirando a una versione interna di novembre, ciò non garantisce la sua data di rilascio finale.

God of War: Ragnarök uscirà ancora nel 2022. Quando lo farà, sarà giocabile su PS4 e PS5 come esclusiva PlayStation.

Analisi: la speculazione abbonda

Questo rapporto arriva in un momento in cui ci sono state molte discussioni e speculazioni sulla data di uscita di God of War: Ragnarök.

Di recente, l'account Twitter di PlayStation Game Size ha riportato (si apre in una nuova scheda) che la data di rilascio del segnaposto per Ragnarök è cambiata dal 30 settembre al 31 dicembre, suggerendo una data di rilascio target per il quarto trimestre da ottobre a dicembre 2022. Novembre sarebbe sicuramente rientrare in questa finestra.

C'erano voci (tramite GamesRadar (si apre in una nuova scheda)) che il gioco potesse apparire alla serata di apertura del Summer Game Fest il 9 giugno, ma si sono rivelate errate. Il silenzio che lo circonda ha portato alcuni a chiedersi se God of War: Ragnarök potrebbe prendere in considerazione la possibilità di posticiparlo al 2023, con Gamereactor (si apre in una nuova scheda) che riporta che "diverse fonti europee" lo hanno suggerito.

Schreier ha affrontato questo problema in un post su ResetEra (si apre in una nuova scheda), scrivendo: “È difficile provare definitivamente un negativo, ma qualcuno che conosceva in prima persona mi ha detto di no. Non ho sentito nulla di una diapositiva fino al 2023, come ha fatto chiunque altro che possa conoscere.

Sembra il momento giusto per annunciare la data di uscita e, sulla base di questo rapporto di Bloomberg, sembra che ne avremo presto uno.

Condividi questo