Si dice che Apple stia già realizzando M3 e

Apple produce già un chip M3, anche se l'M2 è ancora molto nuovo sul blocco di silicio, secondo una nuova voce.

Dal momento che è sorprendentemente presto per sentire parlare dell'M3, rimani scettico su questo, anche se detto ciò proviene da uno dei leaker più fidati di Apple; Mark Gurman.

Nella newsletter più recente di Gurman (pubblicata su Bloomberg (si apre in una nuova scheda)), afferma che Apple sta lavorando sull'M3, che teoricamente dovrebbe essere completato e integrato nei Mac l'anno prossimo. Apparentemente, l'M3 è pensato per alimentare un MacBook Air da 13 pollici aggiornato, nonché un MacBook Air da 15 pollici, nonché un nuovo iMac all-in-one (non specifica quale dimensione del modello), tutto il cui lancio è previsto nel 2023.

Si parla anche di un MacBook da 12 pollici (di recente si dice anche, forse ricorderete), ma è molto più incerto in quanto si ritiene che il laptop sia ancora molto presto nel programma di sviluppo. Ovviamente, questa è solo una speculazione, quindi dobbiamo stare attenti a quanto peso dare a uno di questi potenziali nuovi Mac, comunque.

Creative Bloq (si apre in una nuova scheda) si unisce a questo rapporto nel notare ulteriori voci provenienti dal mulino delle voci secondo cui è in fase di sviluppo un chip M3 che utilizzerà il processo 3 nm (N3) di TSMC, aumentando la velocità da 5 nm (come utilizzato dal nuovo M2 e originale M1 del resto).

Sappiamo che TSMC aumenterà la produzione in volume di chip a 3 nm nell'ultimo trimestre del 2022, quindi questo coincide con la scadenza del 2023 per la preparazione dell'M3 e la spedizione con nuovi Mac.

La teoria di qualche tempo fa (vedi The Facts (si apre in una nuova scheda)) è che Apple stia lavorando a un trio di chip M3, che sarà il SoC base, più le versioni Pro e Max (o equivalenti), con CPU. potenzialmente con fino a 40 core (non lo standard M3, ovviamente, ma i chip rivitalizzati).

Analisi: quanto è probabile che un SoC M3 arrivi così presto?

Sembra che il nuovo M3 potrebbe essere molto potente, ed essendo costruito a 3 nm, offrirà notevoli vantaggi in termini di un sostanziale miglioramento non solo delle prestazioni, ma anche dell'efficienza energetica. Cose eccitanti, a dire il vero, quando giochi a indovinare quanto potrebbe vantare il successore dell'M2.

Quindi cosa possiamo aspettarci da Apple come prossimo passo per il proprio silicio? Dopo l'M2, ci saranno probabilmente l'M2 Pro e l'M2 Max (supponendo che lo schema di rilascio dell'M1 sia valido), quindi possiamo presumere che questi chip debutteranno più avanti nel 2022. (Si dice che presto Apple prevede di rilasciare molti Mac (modelli MacBook, Mac Mini e Mac Pro) con il chip M2 che li alimenta).

Affinché l'M3 emerga nel 2023, immaginiamo ovviamente che Apple lascerà l'M2 in appena un anno.

Potrebbe succedere? Sembra presto per conoscere l'M3 e le aspettative che il SoC sarà pronto per il debutto su più Mac il prossimo anno. Anche se questo è il piano di Apple, e dobbiamo stare attenti a non enfatizzare troppo questa idea in questa fase, l'azienda potrebbe comunque incontrare problemi e ritardi, sia con la produzione di chip che con la realizzazione di dispositivi veri e propri.

Faremmo bene a ricordare tutte le battute d'arresto che hanno colpito Apple di recente in termini di blocchi in Cina e produzione di MacBook. E non dimentichiamo che il MacBook Air (M2, 2022) recentemente rilasciato sarebbe dovuto uscire alla fine dell'anno scorso, o almeno la vite crede sicuramente che fosse intenzione di Apple rilasciare questa riprogettazione molto prima di quanto non sia stato effettivamente.

Nonostante i dubbi assillanti, di certo non escluderemmo l'M3 per il prossimo anno. E mentre il piano di Apple è quello di rilasciare una nuova generazione del proprio silicio ogni anno, quel ritmo di sviluppo e processori sempre più veloci che vanno e vengono di certo non danneggeranno le vendite dei Mac che questi SoC stanno superando. cuore di.

Via Gizmodo (si apre in una nuova scheda)

Condividi questo