Sony LinkBuds S: recensione di un minuto

Le Sony LinkBuds S non sono visivamente impressionanti nello stesso modo in cui lo erano le prime Sony LinkBuds. Questi non si adattano nemmeno all'orecchio, ma sono stati progettati per consentire al suono esterno di passare attraverso un anello nel condotto uditivo. Strano, ma piuttosto bello.

Ma in effetti, le Sony LinkBuds S sorprendono a modo loro quando ti avvicini a loro e ti rendi conto che sono più piccole e leggere di qualsiasi altro design che hai incontrato. Sono progettati come tutti gli altri migliori auricolari true wireless, tranne per il fatto che racchiudono la tecnologia di cancellazione del rumore di Sony in uno straordinario design a basso profilo.

  • Sony LinkBuds S su Amazon a 189.99€ (si apre in una nuova scheda)

La qualità costruttiva è indiscutibile, le specifiche sono impressionanti, la durata della batteria è più che accettabile e ci sono anche molte opzioni di controllo molto ben implementate. Le LinkBuds S hanno anche credenziali ecologiche migliori rispetto alla maggior parte dei concorrenti, pur rimanendo incredibilmente comode. Quindi, almeno sulla carta, sono pronti a dominare.

E in questa recensione di Sony LinkBuds S, abbiamo scoperto che hanno più che mantenuto quella promessa. I livelli di dettaglio, la messa in scena del suono e la tonalità impressionano, e anche il modo in cui la gamma di frequenze è bilanciata dall'alto verso il basso è eccellente. Ma quando si tratta di headroom dinamico, le LinkBuds S sono un po' carenti: non riescono a raccogliere l'energia del suono e la spinta per dare vita a una registrazione.

Questo è in netto contrasto con la Sony WF-1000XM4, che è stata a lungo salutata come una delle migliori cuffie con cancellazione del rumore sul mercato. Ora che sono in circolazione da un po', il prezzo richiesto è solitamente molto vicino ai livelli di LinkBuds S, quindi a meno che le dimensioni e il peso di questi nuovi auricolari non siano un fattore importante nella tua decisione di acquisto (e potrebbe davvero essere un mondo di differenza per chi ha le orecchie piccole), il WF-1000XM4 ha più senso per noi come acquisto generale.

Recensione Sony LinkBuds S: prezzo e data di uscita

  • Data di rilascio: 20 maggio 2022
  • Prezzo: € 199 / € 179 / AU € 349

Le cuffie in-ear true wireless LinkBud S di Sony sono state lanciate a fine maggio 2022 e hanno attualmente un prezzo di $ 199 / £ 179 / AU $ 349.

Non c'è bisogno di guardare lontano o lontano per rendersi conto che c'è molta concorrenza disponibile per quel tipo di denaro, non ultimo dalla stessa Sony, il cui onnipotente WF-1000XM4 è ora regolarmente disponibile per € 229 / € 199 o circa.

Ci sono anche Momentum True Wireless 3 di Sennheiser, Grell Audio TWS/1 e l'immancabile Apple AirPods Pro, che hanno tutti un prezzo molto simile e tutti hanno molto da consigliarli. Dentro e fuori, le LinkBuds S hanno dei rivali con cui confrontarsi.

Recensione Sony LinkBuds S: caratteristiche

La custodia LinkBuds S è semplice e ben fatta e non è troppo ingombrante. (Credito immagine: futuro)

  • Cancellazione attiva del rumore con suono ambientale regolabile
  • Bluetooth 5.2 con supporto SBC, AAC e LDAC
  • Durata della batteria di 27 ore (con la semplice pressione di un pulsante)

Le LinkBuds S possono essere piccole, ma le loro specifiche sono grandi. Con l'eccezione dell'accoppiamento multipoint, se c'è una caratteristica che questi auricolari true wireless Sony non hanno, probabilmente non vale la pena averla.

La connettività wireless avviene tramite Bluetooth 5.2, che supporta i codec SBC, AAC e LDAC ma, come affermato da Sony, senza funzionalità aptX. Tuttavia, equipaggiati con uno smartphone con le specifiche LDAC corrette e le LinkBuds S sono comode cuffie ad alta risoluzione.

Usano lo stesso processore V1 che combina la cancellazione del rumore e l'elaborazione audio in uno come nel Sony WF-1000XM4, ma alimenta un nuovo driver dinamico full-range da 5 mm, che è più piccolo dell'XM4. Gli auricolari stessi avranno tra le 6 e le 9 ore di autonomia della batteria (a seconda che la cancellazione attiva del rumore sia attivata o disattivata), mentre la piccola custodia di ricarica può contenere fino a qualche ricarica completa in più. Il che rende la durata della batteria molto competitiva. Non è il migliore della classe, ma le cime che funzionano meglio sono molto più grandi e pesanti. Gli AirPods Pro, altrettanto leggeri, in confronto, gestiscono 4.5 ore per carica con ANC attivo, quindi Sony ha un grande vantaggio.

La cancellazione del rumore può essere attivata o disattivata nell'app di controllo o sulla superficie touch capacitiva di ciascun auricolare, ma c'è anche un'opzione "Suono ambientale", che offre 20 diverse opzioni, il che significa che Sony ti consentirà di inserire qualsiasi cosa, da un " traccia". a "un torrent" di suono esterno, se lo desideri.

L'app di controllo "Cuffie" ospita anche la regolazione dell'equalizzazione, la selezione tra "qualità del suono" o "stabilità della connessione" quando si tratta di Bluetooth, la possibilità di riorganizzare i controlli touch e altro ancora. È la stessa app delle cuffie di fascia alta di Sony ed è efficiente e stabile qui come altrove.

I controlli touch sono ugualmente affidabili e ben implementati e le LinkBuds presentano l'integrazione con Alexa e la compatibilità con Google Assistant. I microfoni esterni che gestiscono il controllo vocale, così come la telefonia, sono visibili all'esterno di ciascun padiglione dietro un piccolo cerchio a maglie.

Recensione Sony LinkBuds S: Design

Sony LinkBuds S sul tavolo

Le Sony LinkBuds S non hanno il design a bulbo della Sony WF-1000XM4, nonostante condividano gran parte della sua tecnologia. (Credito immagine: futuro)

  • 4,8 g per auricolare e quindi piccolo
  • Custodia di ricarica da 35 g con connettore USB-C
  • Classificazione IPX4

Quando un prodotto è piccolo e leggero come questo (Sony afferma che i LinkBuds S sono il 40% più piccoli e oltre il 30% più leggeri del suo WF-1000XM4), non può succedere molto in termini di "design".

Pertanto, i LinkBuds S sono perfettamente realizzati e rifiniti con lo stesso tipo di plastica riciclata strutturata in pietra con cui l'azienda realizza i suoi auricolari di fascia alta. Scegli tra le finiture nero, bianco o "grezzo". L'ultimo colore fa sembrare la Sony un po' protesica, a dire il vero.

La ricarica avviene tramite USB-C: qui non è disponibile il supporto per la ricarica wireless e da "piatto" a "pieno" dovrai attendere alcune ore. Pourtant, une fois cela fait, vous pouvez (dans des limit raisonnables) aller n'importe où avec vos LinkBuds : leur index IPX4 les rend possible de gérer la sueur générée par un séance de gym o les éclaboussures générées par la détente au bord de la piscina.

Recensione Sony LinkBuds S: qualità del suono

Sony LinkBuds S sul tavolo

I Sony LinkBuds S hanno un driver per altoparlanti più piccolo rispetto al Sony WF-1000XM4, il che ha senso per auricolari più piccoli, ma influisce sul suono. (Credito immagine: futuro)

  • Suono dettagliato, organizzato e controllato
  • Mancanza di potenza dinamica.
  • Buona cancellazione del rumore

Non ci vuole molto di più che passare attraverso un flusso TIDAL Masters basato su MQA di Love and Hate in a Different Time di Gabriels per le Sony LinkBuds S per rivelare molto su come suonano la musica. Non ci sono segreti sulle prestazioni da svelare da queste cuffie: sono oneste sui loro punti di forza e di debolezza relativi fin da subito.

SPECIFICHE CHIAVE

Tipo: vero wireless nell'orecchio
Peso: 4,8 g (cuffie); 35 g (scatola)
Driver: dinamici da 5 mm
Durata della batteria: 6 ore (ANC acceso), 9 ore (ANC spento) (cuffie); due addebiti completi (caso)
Comando: app; giocare a; voce
bluetooth: 5.2; SBC, CAA, LDAC

Tra i lati positivi, sono un ascolto aperto, distinto e straordinariamente dettagliato. Le basse frequenze sono spesse e ben controllate, quindi non trascinano il tempo o rendono i battiti innaturali. Contengono anche molti dettagli su tono e consistenza. È un suono altrettanto informativo all'estremità più alta della gamma di frequenze: gli alti sono abbastanza luminosi, abbastanza sostanziali e condividono lo stesso atteggiamento dettagliato.

Tra i due, la quantità di dettagli fornita da LinkBuds S è molto utile per i cantanti di ogni tipo. Il modo in cui Sony progetta un palcoscenico sonoro consente ai cantanti di essere in primo piano e al centro pur essendo ben integrati durante la performance, e da lì comunicano bene. Se c'è un personaggio nell'esibizione di un cantante, LinkBuds S lo mostrerà.

Il bilanciamento generale è buono, anche l'espressione ritmica è molto bella e Sony integra ogni elemento di una registrazione con vera positività.

Ciò che manca nel reparto di qualità del suono, però, è un vero senso di motivazione o urgenza. L'headroom dinamico qui è ridotto e quindi tutto ciò che accade in una registrazione tende ad accadere a un livello invariato. Sono un ascolto particolarmente tiepido, quasi imparziale, delle LinkBuds S; senza dubbio molti concorrenti di prezzo simile suonano molto più compromessi e quindi attraenti.

Il modo in cui Sony implementa la cancellazione del rumore non ha bisogno di scuse, intendiamoci. Le LinkBuds S elaborano i suoni esterni in modo deciso e riescono a farlo senza lasciare un retrogusto. Anche la qualità delle chiamate è molto accettabile: l'intelligibilità è buona e la tecnologia di riduzione del rumore del vento "Precise Voice Pick-Up" di Sony funziona bene.

Recensione Sony LinkBuds S: Valore

Sony LinkBuds S sul tavolo

Le Sony LinkBuds S utilizzano solo USB-C per la ricarica; non c'è la ricarica wireless, anche se non sono economici. (Credito immagine: futuro)

  • Standard prevedibile di costruzione e finitura
  • Certificati ecologici validi
  • Manca un po' di qualità del suono libbra per libbra

Quando si considera il livello di costruzione e finitura qui, è come se le LinkBuds S non fossero state miniaturizzate quanto condensate. La finitura è impeccabile e le cuffie danno l'impressione che siano progettate per durare a lungo. Stesso discorso per la custodia di ricarica, che si chiude con un rapido e rassicurante “scatto”.

Ultimamente Sony ha fatto grandi progressi nella riduzione dell'impatto ambientale dei suoi prodotti e le LinkBuds S non sono da meno. Arrivano in un imballaggio non sbiancato, non stampato e privo di plastica e gli auricolari e la custodia di ricarica sono realizzati con un materiale che combina parti di auto in plastica riciclata con la pietra. Può essere riciclato a fine vita del prodotto.

In definitiva, però, le cuffie in-ear vivono o muoiono per la loro qualità del suono, e qui le Sony LinkBuds S non sono semplicemente un knockout. Sono molto più buoni che cattivi, ovviamente, ma dove mancano, principalmente quando si tratta di dinamica e maneggevolezza, loro...

Condividi questo