L'Unione Europea (UE) ha annunciato questa settimana che richiederà ai produttori della maggior parte dell'elettronica di consumo di adottare lo standard di ricarica USB di tipo C entro l'autunno 2024.

Questo mandato senza precedenti dovrebbe interessare Apple, i cui prodotti, inclusa la popolare serie iPhone, utilizzano il protocollo di connettore Lightning proprietario dell'azienda. La mossa significa che iPhone e AirPod venduti nell'UE dovranno passare alle più popolari porte e connettori per cavi USB-C.

Le normative richiedono inoltre che i dispositivi si carichino alla stessa velocità e affrontano "i disagi affrontati dai consumatori che non sono in grado di caricare il proprio dispositivo perché non dispongono di un caricabatterie compatibile".

"Gli acquirenti potranno anche scegliere se acquistare nuove apparecchiature elettroniche con o senza caricabatterie", ha affermato il Parlamento europeo in una nota.

iPhone USB-C

La possibilità per un consumatore di acquistare un dispositivo con o senza cavo potrebbe far risparmiare agli utenti a breve termine, ma potrebbe anche offrire ad Apple la stessa opzione: non spedire caricabatterie o cavi con i suoi dispositivi, secondo Ryan Reith, vicepresidente. di tracker di dispositivi mobili in tutto il mondo presso la società di ricerca IDC

Inoltre, non significa che Apple migrerà tutti i suoi dispositivi su USB-C in tutto il mondo, anche se alcuni analisti e osservatori del settore ritengono che Apple si stia preparando a farlo.

"Apple guadagna un sacco di soldi con gli accessori [proprietari], così come i suoi partner che producono cavi Lightning", ha affermato Reith. "Quindi non penso che questa direttiva significhi che migreranno l'intero portafoglio su USB-C fin dall'inizio, a meno che non siano costretti a farlo".

Jack Gold, analista principale di J. Gold Associates, ha affermato di aspettarsi che Apple sia lenta nell'introdurre USB-C su iPhone e AirPod nel mercato statunitense.

"Dipenderà dal fatto che ritenga o meno che avere due connettori sia meno vantaggioso dal punto di vista della produzione rispetto all'aumento delle entrate che la manutenzione potrebbe generare", ha affermato Gold. “Ma alla fine, sospetto che passeranno tutti i loro prodotti al connettore USB-C e, secondo me, sarà una buona cosa per i consumatori.

La direttiva della commissione per la protezione dei consumatori e il mercato interno del Parlamento europeo si applica a tutti i dispositivi elettronici portatili di "piccola e media dimensione". Ciò include telefoni cellulari, tablet, e-reader, cuffie, fotocamere digitali, auricolari e cuffie, console di gioco portatili e altoparlanti portatili che possono essere ricaricati tramite cavo.

I laptop dovranno anche adattarsi ai requisiti entro 40 mesi dalla loro entrata in vigore, ha affermato la commissione.

“Oggi abbiamo reso il caricatore comune una realtà in Europa! Lo ha detto il relatore del Parlamento Alex Agius Saliba in una dichiarazione. “I consumatori europei sono stati a lungo frustrati dall'accumulo di più caricabatterie con ogni nuovo dispositivo. Ora potranno utilizzare un caricabatterie per tutti i loro dispositivi elettronici portatili".

Il comitato dell'UE ha anche aggiunto disposizioni sulla ricarica wireless come "la prossima evoluzione nella tecnologia di ricarica e una migliore informazione ed etichettatura dei consumatori".

Apple non ha risposto a una richiesta di commento, ma la società ha già lavorato alla creazione di dispositivi mobili USB-C, secondo Reith.

“Alcuni iPad supportano l'USB-C da alcuni anni. Non avevano bisogno di cambiare la loro gamma di iPad su USB-C. Sapevano che stava arrivando", ha detto Reith.

L'analista di Apple Ming-Chi Kuo ritiene che l'iPhone 15 di Apple includerà il supporto USB-C quando verrà lanciato nella seconda metà del 2023. La gamma di iPhone 14, prevista per settembre, continuerà quasi sicuramente a utilizzare un connettore Lightning.

gráfico twitter usb c Gorjeo

La direttiva dell'UE mira anche a portare trasparenza tecnologica ai consumatori, che riceveranno informazioni chiare sulle caratteristiche di ricarica dei nuovi dispositivi, rendendo più facile per loro vedere se i caricatori esistenti sono compatibili.

Ad esempio, la qualità e la capacità dei caricabatterie USB-C differiscono notevolmente a seconda del produttore. Alcuni produttori di cavi aftermarket, come quelli cinesi, affermano di essere in grado di fornire agli utenti un cavo USB-C, Micro USB-C e Lightning tutto in uno. In realtà, questi prodotti non supportano le capacità di ricarica rapida.

"Queste società cinesi chiamano questi caricatori qualcosa che non sono", ha detto Reith. “Un esempio perfetto: vai su Amazon e acquista uno di questi caricatori a 5 euro e prova a collegarne uno al caricabatteria e guarda quanto velocemente si carica.

La nuova norma ridurrà anche i rifiuti elettronici, ha affermato il Parlamento europeo, poiché porterà a un maggiore riutilizzo dei caricabatterie per vari dispositivi. E potrebbe aiutare i consumatori a risparmiare fino a 268 milioni di euro all'anno sugli acquisti di caricabatterie non necessari.

"Si stima che i caricabatterie scartati e inutilizzati rappresentino circa 11,000 [tonnellate] di rifiuti elettronici all'anno", ha affermato il comitato.

USB-C è compatibile con USB4, la specifica USB più recente e più veloce, che consente velocità di trasferimento dati fino a 40 Gbps. In confronto, Lightning trasferisce i dati a velocità USB 2.0 di 480 Mbps. USB-C è compatibile con la maggior parte dei dispositivi moderni, inclusi telefoni Android, PC Windows, PlayStation 5 e Xbox Series X, nonché iPad Pro (XNUMXa generazione e successive) . dopo).

L'ultima versione di USB-C offre supporto per l'erogazione di potenza nativa per 100 W/3 A e fino a 240 W/5 A; supporta anche USB Power Delivery per una ricarica rapida. In confronto, Lightning supporta una potenza nativa di 12 W/2,4 A.

La ricarica rapida richiede un cavo da USB-C a Lightning e un adattatore di alimentazione da 20 W o superiore, secondo Lifewire.

Per la maggior parte, l'uso di connettori proprietari da parte di Apple è stato dovuto più ai dispositivi di controllo di Apple che alla necessità di essere più innovativi, secondo Gold.

"Sono sicuro che Apple preferirebbe rimanere con il suo connettore proprietario piuttosto che standardizzare su USB-C", ha affermato. “Apple genera molte entrate dai suoi dispositivi con connettore Lightning, nonché dai costi di licenza di terze parti. Ma dal punto di vista del consumatore, perché ho bisogno di un connettore speciale per il mio iPhone quando ogni altro dispositivo che possiedo può utilizzare qualsiasi dispositivo USB? connettore C?

Copyright © 2022 IDG Communications, Inc.

Condividi questo