Previsione del prezzo di Bitcoin come vede BTC

Il 28 novembre, la previsione del prezzo di Bitcoin dovrebbe rimanere ribassista al di sotto del supporto di 16€, che si trasformerà in resistenza. Le proteste in Cina, la seconda economia più grande del mondo, hanno causato la maggior parte della pressione di vendita sul più ampio mercato delle criptovalute.

Il mercato delle criptovalute sta vacillando mentre un'ondata di nervosismo degli investitori ha attraversato i mercati globali, alimentata dalle proteste in Cina per le restrizioni di Covid. I manifestanti oltraggiati dalle dure normative COVID-19 hanno chiesto le dimissioni del potente leader cinese.

Aggiornamenti: situazione disordini in Cina

Un incendio in un edificio a Urumqi, nella provincia nord-occidentale dello Xinjiang, ha ucciso almeno dieci persone il 24 novembre. A causa della politica zero covid della Cina, molte vittime sono rimaste intrappolate nelle loro case e impossibilitate a fuggire. Le proteste sono iniziate il 25 novembre in molte città, compresa la capitale del Paese, Pechino, e in dozzine di campus universitari.

L'economia cinese è la seconda al mondo. Di conseguenza, ha un impatto significativo sui mercati finanziari internazionali, portando gli investitori a cercare un porto sicuro per i loro investimenti. L'avversione al rischio degli investitori tende ad aumentare il valore dei beni rifugio come il dollaro USA, le obbligazioni e lo yen.

I disordini in corso in Cina potrebbero sfruttare una vulnerabilità nei mercati delle criptovalute, già scossi dal crollo dell'exchange di criptovalute FTX all'inizio di questo mese. Inoltre, poiché le azioni e le criptovalute sono attività rischiose, subiscono un'azione di mercato negativa.

I mercati globali erano sotto pressione il 28 novembre quando le preoccupazioni degli investitori sono aumentate. L'effetto può essere visto nel settore delle criptovalute, con il mercato complessivo delle criptovalute in calo del 3% il giorno prima. Inoltre, data l'elevata correlazione tra il prezzo delle criptovalute e i mercati azionari, BTC/USD rimane un asset rischioso, il che spiega il suo recente calo.

Lo stoccaggio di bitcoin sugli exchange è in calo

Santiment, una società di analisi blockchain, ha twittato un numero il 26 novembre mostrando che la percentuale di offerta di Bitcoin scambiata sugli exchange è scesa a una sola cifra.

Il tweet affermava che "solo il 6,95% di Bitcoin è in borsa", riferendosi a una lenta tendenza delle partecipazioni in BTC iniziata a marzo 2020. La recente volatilità di FTX, tuttavia, ha accelerato la tendenza.

Secondo Santiment, la quantità di Bitcoin disponibile sugli exchange è diminuita per la prima volta dal 24 novembre 2018. Inoltre, secondo le statistiche di Glassnode, il flusso in uscita dagli exchange di bitcoin ha raggiunto il massimo storico (ATH).

Negli ultimi 30 giorni gli exchange di criptovalute hanno perso un totale di 179 Bitcoin. Il numero di transazioni confermate al giorno ha superato il massimo plurimese di 250. È importante sottolineare che i trasferimenti di prelievi di valuta hanno rappresentato il 246% (000 prelievi) delle transazioni totali.

Tuttavia, lo scambio di bonifici rappresenta il 18,2% del totale delle transazioni (48,1k depositi). Ciò suggerisce che il mercato si sta avvicinando al minimo e che BTC/USD sta scendendo.

Il crollo degli scambi di criptovalute

Il crollo di FTX e Alameda si sta diffondendo e molti altri scambi e iniziative di criptovaluta stanno riscontrando problemi di liquidità. Genesis Trading, Gemini e altri scambi hanno temporaneamente interrotto il trading e i prelievi per alcuni o tutti gli account.

Se i creditori non possono aiutarli con i loro problemi di flusso di cassa, Genesis Trading, una divisione di Digital Currency Group, ha affermato che la dichiarazione di fallimento potrebbe essere un'opzione.

Grayscale, la consociata di Genesis Trading e supervisore di GBTC, ha affermato di non essere stata influenzata dalla situazione. Tuttavia, alcuni investitori rimangono preoccupati per la fragilità del mercato e la mancanza di certezze.

La posizione prudente riflette l'entità dell'incertezza futura, poiché sempre più aziende sembrano esserne interessate.

Lo stato incerto del mercato delle criptovalute giustifica il cattivo comportamento dei prezzi della settimana precedente e spiega perché non c'è molta richiesta da parte degli investitori. A causa delle continue turbolenze nel mercato delle criptovalute, il valore di BTC/USD sta diminuendo.

prezzo bitcoin

Il prezzo attuale di Bitcoin è di € 16,174 e il volume di scambi nelle 24 ore è di € 24 miliardi. Nelle ultime 24 ore, la coppia BTC/USD è scesa di quasi il 2%, mentre CoinMarketCap si trova attualmente al primo posto con una capitalizzazione di mercato dal vivo di 311 miliardi di euro, in calo rispetto ai 310 miliardi di euro della sessione asiatica. Ha una fornitura totale di 21 di monete BTC e una fornitura circolante di 000 monete BTC.

Condividi questo