Netflix ha perso quasi un altro milione di abbonati nel secondo trimestre del 2022, ma spera che il lancio di un nuovo livello di streaming supportato da pubblicità in collaborazione con Microsoft all'inizio del prossimo anno possa aumentare il crecimiento.

Il nuovo servizio di budget verrà lanciato all'inizio del 2023, da varie regioni con la spesa pubblicitaria più elevata. Questo si unirà al livello di base senza pubblicità esistente, nonché ai piani di abbonamento premium e standard a pagamento.

Il COO di Netflix Greg Peters ha dichiarato ieri agli analisti durante la chiamata sugli utili della società che "tutti gli annunci che vengono pubblicati sulla nostra offerta supportata dalla pubblicità arriveranno tramite Microsoft. Quindi è un accordo esclusivo con loro".

Il direttore della ricerca di Forrester Mike Proulx ritiene che questa inversione dell'hosting degli annunci sulla sua piattaforma sia in gran parte dovuta alla maggiore concorrenza sul mercato, poiché Amazon Prime Video, Disney+ e una serie di nuove piattaforme di streaming continuano a fare pressione su Netflix.

“La concorrenza ha costretto Netflix a invertire la sua posizione di vecchia data contro le pubblicità. Quando la società lancerà il suo livello supportato dalla pubblicità all'inizio del 2023, offrirà un alleggerimento dei costi ai suoi utenti tolleranti alla pubblicità che sentono la pressione sui prezzi attirando al contempo nuovi utenti attenti al prezzo che sono stati riluttanti a pagare un prezzo premium". .

Perdite di abbonati al di sotto delle aspettative

Netflix ha ancora perso 970,000 abbonati nel trimestre, una cifra inferiore ai 2 milioni di perdite annunciate dallo streamer lo scorso trimestre. Ora ha 221 milioni di abbonati.

Ha inoltre registrato un fatturato di 8 miliardi di euro per il trimestre, in crescita del 9% su base annua, su un utile di 1,6 miliardi di euro.

I co-CEO Reed Hastings e Ted Sarandos hanno indicato l'ultima stagione del programma televisivo di successo Stranger Things come un fattore chiave per frenare le perdite di abbonati, durante una chiamata con gli analisti.

Tuttavia, Hastings ha ammesso che è stato "difficile per certi versi, perdere 1 milione di [abbonati] e definirlo un successo".

Perché Netflix ha scelto Microsoft?

La "capacità tecnica" di Microsoft è stata identificata come un fattore chiave nella sua selezione come partner di tecnologia pubblicitaria di Netflix su piattaforme alternative come Google Cloud o Roku.

"Questa è un'opportunità per lavorare insieme per collaborare e sviluppare capacità tecniche, competenze e approccio al mercato", ha affermato Peters.

Peters ha anche cercato di chiarire che questo accordo con Microsoft non influirà sulla relazione di lunga data di Netflix con Amazon Web Services.

"Non abbiamo cambiato la nostra attenzione su AWS come partner di infrastruttura cloud", ha affermato. “Non esclude nulla di tutto ciò. Ma dovresti pensare che dopotutto sia un ottimo affare di partnership pubblicitaria.

Copyright © 2022 IDG Communications, Inc.

Condividi questo