È sicuro dire che la Formula 1 non è mai stata così popolare e Netflix vorrebbe entrare in azione.

Dopo aver rafforzato la posizione dello sport all'estero con la sua serie di successo Drive to Survive, il servizio di streaming (secondo Business Insider (si apre in una nuova scheda)) si è unito a una guerra di offerte con le emittenti rivali NBCUniversal ed ESPN per i diritti di trasmettere le gare di F1 dal 2023 . .

La rete ESPN di proprietà della Disney ha la licenza per mostrare la copertura della F1 negli Stati Uniti dal 2017, mentre la NBCUniversal di proprietà di Comcast lo faceva cinque anni prima. La divisione britannica di quest'ultimo, Sky, detiene attualmente i diritti per trasmettere la F1 nel Regno Unito e in Irlanda fino al 2024.

L'accordo di ESPN per gli Stati Uniti scade alla fine del 2022 e Business Insider riferisce che i boss della Formula 1 stanno cercando un nuovo accordo del valore di circa 100 milioni di euro. Secondo quanto riferito, i primi hanno presentato un'offerta iniziale di 70 milioni di euro, mentre né Netflix né NBCUniversal hanno rivelato pubblicamente l'entità del loro coinvolgimento nelle trattative.

In una dichiarazione fornita a Business Insider, il dirigente di ESPN John Suchenski ha dichiarato: "Stiamo perseguendo in modo aggressivo il rinnovo; crediamo di avere un pacchetto di cast e una presentazione dell'evento che non possono essere eguagliati nel settore... È stata una relazione reciprocamente vantaggiosa".

"Certo", ha aggiunto, [la Formula 1 è] guarda ad altre opzioni

Trasmetti se vuoi andare più veloce

Secondo fonti di Business Insider, Netflix è una di quelle opzioni. Secondo quanto riferito, il gigante dello streaming ha avuto colloqui con i boss della Formula 1 per mesi e i pezzi grossi di Netflix non hanno avuto scrupoli nell'assicurarsi i diritti esclusivi dello sport.

In un'intervista del 2021 con Der Spiegel (si apre in una nuova scheda), il co-CEO dell'azienda Ted Sarandos ha dichiarato: "Alcuni anni fa i diritti sulla Formula 1 sono stati venduti agli offerenti. Oggi ci penseremo.

Sarandos ha ammesso durante la chiamata sugli utili del primo trimestre 2022 di Netflix che lui e altri dirigenti "dovrebbero vedere un modo per sviluppare un grande flusso di entrate e un grande flusso di profitti" attraverso la copertura sportiva, anche se la società ha recentemente ammesso che sta "esplorando" i contenuti in streaming live suggerisce un genuina volontà di abbracciare un tale cambiamento nel modello di business.

segui il pacchetto

In ogni caso, i maggiori rivali di Netflix sono già coinvolti nelle trasmissioni sportive. Apple, ad esempio, ha recentemente firmato un accordo per trasmettere la Major League Baseball su Apple TV Plus e rimane interessata ad ottenere i diritti per alcuni programmi della NFL.

Il servizio Prime Video di Amazon attualmente trasmette la serie di football del giovedì sera della NFL, oltre a una varietà di copertura mondiale di calcio e tennis della Premier League, mentre la Disney mantiene un punto d'appoggio nello sport tramite ESPN e Hulu.

Anche il servizio Peacock di NBCUniversal, lanciato nel 2020, ha i diritti per trasmettere alcune partite della MLB durante la stagione.

Il fatto è che lo streaming di sport potrebbe essere un modo efficace (anche se drammatico) per Netflix di limitare il consumo di abbonati.

Nella nuova era di scelta abbondante e budget più ristretti, i clienti scelgono i loro pacchetti di abbonamento in base al rapporto qualità-prezzo e la possibilità di offrire una copertura F1, sia negli Stati Uniti esclusivamente che in tutte le regioni, migliorerebbe sicuramente lo stock capriccioso di Netflix.

Condividi questo