Sigma potrebbe essere in procinto di alzare la posta sulla decisione di Canon di mantenere il suo innesto RF chiuso ai produttori di obiettivi di terze parti annunciando i suoi primi obiettivi per l'innesto Z di Nikon.

Nikon Trusted Rumors (si apre in una nuova scheda) prevede con sicurezza che Sigma, uno dei produttori di obiettivi più famosi al mondo, annuncerà i suoi primi obiettivi per il sistema di fotocamere mirrorless di Nikon all'inizio del 2023. Il sito afferma che "aspetta di vedere l'annuncio ufficiale a the CP+ show in Japan”, che si svolgerà nel febbraio 2023.

Sebbene non sappiamo quali obiettivi Sigma siano in arrivo, l'annuncio sarebbe importante per i proprietari e i potenziali acquirenti di fotocamere mirrorless di Nikon e Canon.

Ad agosto, Tamron ha annunciato che stava sviluppando il primo obiettivo autofocus di terze parti per l'attacco Z di Nikon, dimostrando che il sistema è ora aperto a obiettivi diversi da quelli realizzati da Nikon. Nel frattempo, Canon è stata oggetto di pesanti critiche per aver continuato a mantenere chiuso il suo innesto RF, con il gigante della fotocamera che ha persino avvertito il produttore di obiettivi Viltrox per aver violato i suoi brevetti.

Abbiamo chiesto a Nikon di commentare la possibilità che Sigma realizzi obiettivi per l'attacco Z e aggiorneremo questa storia se avremo notizie. Ma sembra che i fan di Nikon non dovranno aspettare troppo a lungo per vedere le versioni degli obiettivi che Sigma ha creato per sistemi rivali come l'attacco E di Sony.

Questi obiettivi includono la popolare linea Art di Sigma, che sono per lo più obiettivi di alta qualità con aperture veloci, e la loro serie Contemporary più economica, che si abbina bene a fotocamere più piccole e più economiche. Alcuni dei suoi obiettivi Art, in particolare quelli con aperture f/1.4, potrebbero colmare alcune delle lacune nell'attuale gamma di obiettivi Nikon.

Quando abbiamo chiesto a Canon se intendeva aprire il suo innesto RF a obiettivi di terze parti in ottobre, ci ha detto che "esaminiamo attentamente ogni richiesta in conformità con le nostre strategie aziendali". L'arrivo degli obiettivi con innesto Z di Sigma renderebbe sicuramente questa decisione un po' più difficile per Canon.

Analisi: la pressione su Canon sta aumentando

Fotocamera Nikon Z6 II su sfondo verde

(Credito immagine: Nikon)

I sistemi di fotocamere mirrorless di Canon e Nikon sono arrivati ​​nel 2018 e il numero di obiettivi nativi disponibili per entrambi era inizialmente molto limitato. Negli ultimi anni, i giganti delle fotocamere hanno fatto a gara per sviluppare le loro linee di obiettivi con innesto RF e innesto Z con vetro di nuova generazione, ma permangono delle lacune.

Ecco perché Nikon ha tardivamente aperto il suo attacco Z a produttori di terze parti come Tamron e, a quanto pare, Sigma. Ma Canon si attiene alla sua strategia originale, in cui ottiene la maggior parte dei soldi che i proprietari di fotocamere mirrorless spendono per gli obiettivi.

Ciò è in netto contrasto con Sony, che ha aperto il suo attacco E diversi anni fa a produttori di obiettivi come Sigma, Tamron, Zeiss e Samyang. Il risultato è che le fotocamere Sony, come la Sony A7 IV e la Sony A7R V, continuano ad avere di gran lunga la più ampia scelta di obiettivi tra le fotocamere mirrorless, il che è un fattore importante per chiunque cerchi di acquistare una fotocamera nuova.

Alla fine Nikon ha cambiato la sua strategia di obiettivi per colmare il divario nella propria linea di obiettivi e sembra inevitabile che Canon segua l'esempio. Dopotutto, Canon non è estranea alla compatibilità degli obiettivi di terze parti sulle sue fotocamere, con le sue reflex digitali con innesto EF rinforzate in vetro di Tamron e Sigma.

La domanda è davvero quando ciò accadrà. E se Sigma annuncia più obiettivi per l'attacco Nikon Z nel febbraio 2023, la pressione per cambiare rotta potrebbe diventare difficile da resistere per Canon.

Condividi questo