L'aggiornamento di Microsoft Teams ti aiuterà a concentrarti durante

L'utilizzo di Microsoft Teams su un Mac potrebbe finalmente diventare molto più semplice dopo che la società ha confermato che il supporto nativo per la piattaforma è in arrivo.

Un articolo (si apre in una nuova scheda) sulla roadmap ufficiale di Microsoft 365 ha rivelato che il servizio di videoconferenza sarà presto disponibile come binario Universal Mac, il che significa che verrà eseguito in modo nativo su dispositivi basati su Mac. presso Intel e Apple Silicon.

In precedenza, gli utenti Mac erano costretti a utilizzare versioni non native dell'app Microsoft Teams, utilizzando la tecnologia di traduzione Rosetta 2 di Apple per funzionare su macchine con chip M1, con conseguente riduzione delle prestazioni.

Microsoft Teams per Mac

L'aggiornamento è ancora elencato come "in sviluppo" al momento, ma la sua data di rilascio è prevista per settembre 2022, il che significa che gli utenti non dovranno aspettare troppo a lungo.

La notizia segue un lancio beta di Microsoft Teams in Apple Silicon all'inizio di quest'anno, poiché la società ha cercato di appianare eventuali problemi o bug prima di entrare in pieno sviluppo.

Da tempo gli utenti chiedono a gran voce un'app nativa di Microsoft Teams per Mac, quindi includerla come app universale dovrebbe anche aiutare ad attirare utenti con x86 e Apple Silicon, soprattutto ora che quest'ultimo ha visto il lancio della seconda generazione M2 patata fritta.

Microsoft sta cercando da tempo di espandere la portata di Teams poiché sembra aumentare ulteriormente il numero di utenti.

La società ha recentemente rivelato che le app Teams sono ora disponibili (si apre in una nuova scheda) al di fuori della piattaforma per la prima volta e gli utenti possono eseguire programmi selezionati dal proprio servizio di posta elettronica Outlook e Office.com.

All'inizio, solo una manciata di app di Microsoft Teams sarà disponibile al di fuori del normale client; alcuni di Microsoft (ad esempio Power BI) e altri di provider di terze parti come Zoho e Mural. Tuttavia, la società ha promesso di raddoppiare il programma, con la migrazione di numerose app di Teams ad altri spazi Microsoft nei prossimi mesi.

Condividi questo