È passato un mese dalla nuova gestione di Twitter e l'icona dell'uccello blu ha sempre fatto notizia.

Una serie tumultuosa di avanti e indietro alla fine ha portato all'acquisizione di Musk alla fine di ottobre, che alla fine è culminata in un affare da 44 miliardi di euro.

L'uomo più ricco del mondo si è offerto di acquistare la popolare piattaforma di social media per, ha detto, proteggere la libertà di parola. Tuttavia, le persone ora si chiedono se sia della stessa opinione quando si tratta del suo diritto alla privacy.

Dal licenziamento di alti dirigenti e circa la metà del personale dell'azienda, alla creazione di una versione premium e alla nomina di se stesso come nuovo CEO, Musk è stato molto impegnato nei suoi primi 30 giorni alla guida dell'azienda.

Mentre Twitter è già stato rovinato da precedenti problemi di privacy e sicurezza dei dati, gli esperti di sicurezza informatica stanno ora sollevando preoccupazioni sul comportamento sconsiderato di Musk. E mentre i controversi profili bannati sono tornati sulla piattaforma, molti utenti si rivolgono a servizi alternativi.

Allora qual è la posta in gioco per la privacy di chi vuole restare?

Pre-Musk Twitter e problemi di privacy

Non sorprende che ora tutti gli occhi siano puntati sull'uccello azzurro.

I problemi di privacy di Twitter sono iniziati molto prima dell'acquisizione di Musk. La famosa società di social networking ha effettivamente un buon track record quando si tratta di non riuscire a proteggere i dati degli utenti.

Nel 2009, un hacker ha violato diversi account importanti - si apre in una nuova scheda - per inviare messaggi di phishing utilizzando l'ID aziendale di un dipendente. I profili compromessi includevano Barack Obama, Fox News e Britney Spears.

Solo un anno dopo, il regolatore statunitense FTC ha intentato una causa contro la società di social networking per uso improprio dei dati degli utenti. Ciò è accaduto quando la commissione ha bandito Twitter per 20 anni (si apre in una nuova scheda) dall'ingannare i consumatori mantenendo "un programma completo di sicurezza delle informazioni".

Sfortunatamente, non sembra essere cambiato molto da allora.

La FTC ha multato Twitter di $ 150 milioni per accuse simili nel maggio di quest'anno. La società è stata ritenuta colpevole di aver utilizzato in modo improprio i dati degli utenti, come indirizzi e-mail e numeri di telefono, per annunci mirati.

Mentre incoraggiava gli utenti a fornire i propri numeri personali per motivi di sicurezza, la società ha abusato della sua fiducia de facto per sei lunghi anni tra il 2013 e il 2019.

Nel dicembre 2020, è stato il turno di un funzionario irlandese del GDPR di punire la società di social media con una multa di 550 milioni di euro (si apre in una nuova scheda) per non aver segnalato correttamente una violazione dei dati.

Più di recente, un informatore di Twitter ha lanciato l'allarme (si apre in una nuova scheda). Le principali vulnerabilità di sicurezza che minacciano le informazioni personali degli utenti e persino la sicurezza nazionale persistono sulla piattaforma.

Il famigerato hacker Peiter "Mudge" Zatko, che ha lavorato come capo della divisione sicurezza di Twitter tra novembre 2020 e gennaio 2022, ha affermato che migliaia di dipendenti possono accedere alle informazioni personali di qualsiasi utente, anche se non ne hanno bisogno per continuare il proprio lavoro.

Ha anche affermato che la società ha continuato a fuorviare i cani da guardia regionali nascondendo i suoi problemi di sicurezza.

Cosa è cambiato dall'acquisizione di Musk?

È corretto affermare che Musk non solo ha acquisito Twitter, ma anche la sua fatiscente infrastruttura di sicurezza e privacy. Tuttavia, molti esperti ritengono che la fragile situazione dell'azienda sia peggiorata da quando è entrato in carica il nuovo amministratore delegato.

L'ondata di licenziamenti che ha seguito l'insediamento di Musk è probabilmente l'evento più preoccupante, e non solo dal punto di vista dei diritti dei lavoratori.

È una ricetta per il disastro.

Vuk Janosevic, CEO di Blindnet

Più del 50% del personale è stato licenziato e molti altri dipendenti hanno deciso di dimettersi. Questi includevano molti dirigenti dei reparti più critici come la privacy dei dati, la conformità e la trasparenza.

L'esperto di privacy Vuk Janosevic, CEO e co-fondatore della società di consulenza sulla privacy Blindnet (si apre in una nuova scheda), ha affermato che ciò è particolarmente preoccupante per un'azienda come Twitter che non dispone di una rete di tecnologie per la tutela della privacy.

"Hanno un software che non è progettato per la privacy e tutta l'infrastruttura che lo circonda, come il direttore della sicurezza, il direttore della privacy e il principale consulente legale, se ne sono andati tutti", ha detto.

Dopo l'esodo, il team legale sta ora spostando l'onere sugli ingegneri per autocertificare la conformità alle regole FTC, GDPR e altri regolamenti. Qualcosa che ha persino provocato un avvertimento da parte di uno dei suoi avvocati (si apre in una nuova scheda).

Questo perché ogni ingegnere costruisce solo una piccola parte del flusso totale di prodotti. Pertanto, devi fare affidamento sul fatto che tutti hanno la stessa etica e comprensione della privacy dei dati.

"È una ricetta per il disastro", ha detto Janosevic a TechRadar. “Ci sono modi per creare software per la privacy, quella che viene chiamata misurazione dei diritti e del consenso dei soggetti, l'interoperabilità delle radiazioni. Ma ricostruire Twitter per farlo richiede un'impresa colossale".

Questi risultati hanno già avuto un impatto, con gli utenti che sono stati bloccati dai propri account per alcuni difetti con l'autenticazione a più fattori (si apre in una nuova scheda), ad esempio.

Elon Musk e Twitter

(Credito immagine: Getty Images)

"È tempo. Elimina i tuoi messaggi diretti da Twitter", ha scritto un altro esperto di sicurezza informatica, Graham Cluley, in un post sul blog mentre la reputazione del gigante dei social media si sgretola lentamente.

Allo stesso tempo, la decisione di Musk di rendere il controllo blu di Twitter per gli account verificati un'esclusiva per i membri premium ha anche portato a un aumento dei profili di truffa che incombono sulla piattaforma. Potrebbe anche facilitare la diffusione della disinformazione.

Sebbene Janosevic consideri questo problema un "difetto del prodotto", un abbonamento a pagamento significa che l'azienda dovrà gestire dati ancora più sensibili, come dettagli di pagamento e indirizzi di fatturazione.

Inoltre, l'ambiziosa visione di Musk di trasformare Twitter in una "applicazione multiuso (si apre in una nuova scheda)" di certo non allevia i problemi di privacy vecchi e nuovi.

Tutto ciò richiede molti più dati da raccogliere, archiviare e, sì, condividere.

In questo momento, i funzionari dell'FTC e del GDPR hanno confermato che stanno monitorando da vicino i nuovi eventi mentre si svolgono all'interno della sede centrale.

Quale futuro per la privacy degli utenti?

Piaccia o no, Twitter 2.0 sta lentamente prendendo forma. E quel che è certo adesso è che Musk e il resto dello staff dovranno lavorare sodo per riconquistare la fiducia di tutti: dagli utenti e investitori agli esperti di privacy e compliance officer.

"Dal punto di vista della privacy, direi che sono molto preoccupato", ha detto Janosevic a TechRadar. “Questo non significa che finirà male. Si può fare, ma ci sono molte sfide su Twitter in questo momento.

"Sfide politiche, sfide tecniche, sfide normative: non riesco nemmeno a immaginare come sia l'elenco delle priorità di Elon, ma non ci sono scuse per non farlo, per ricostruire un sistema che ripristini la fiducia degli utenti nella piattaforma".

È vero, il record di Twitter sulla privacy è a dir poco oscuro. Tuttavia, ci sono alcune nuove funzionalità che potrebbero rassicurare la maggior parte degli utenti.

È passato molto tempo da quando Elon Musk ha evidenziato la mancanza di DM crittografati come una preoccupazione. Ora ha annunciato ufficialmente che la riprogettazione di Twitter includerà la crittografia end-to-end di tutti i messaggi. Sono in lavorazione anche chat vocali e video crittografate.

"Vogliamo che gli utenti siano in grado di comunicare senza preoccuparsi della loro privacy, [o] senza preoccuparsi che una violazione dei dati su Twitter provocherà l'accesso al Web di tutti i loro DM o pensare che forse qualcuno su Twitter potrebbe curiosare nei loro DM." Musk ha detto, descrivendo in dettaglio la sua visione per Twitter 2.0, ha riferito The Verge.

"Ovviamente non sarà fantastico ed è successo diverse volte prima."

Diapositive della mia chat su Twitter pic.twitter.com/8LLXrwylta27 novembre 2022

Scopri di più

Poiché Twitter lavora per coltivare la sua reputazione tecnica e pubblica, gli utenti non possono lasciare nulla al caso quando si tratta di proteggere la loro privacy.

Dall'utilizzo di software di sicurezza come servizi VPN e gestori di password alla personalizzazione accurata delle impostazioni sulla privacy, come sosteneva Janosevic nel 2022, gli utenti devono conoscere i propri dati.

"Se non ti viene chiesto il consenso e non hai la possibilità di controllare facilmente le informazioni nel sistema, devi presumere che si tratti di un abuso.

"Se sei su Twitter e continui a twittare, sii consapevole di ciò. Puoi comunque condividere qualsiasi informazione, personale o pubblica, qualunque essa sia. Devi solo essere consapevole che il sistema non ha l'infrastruttura necessaria. per proteggere il tuo consenso e proteggere la tua privacy. I tuoi diritti alla privacy”.

1644785069 141 Come guardare il Super Bowl 2022 online gratis dal vivo

Confronta i prezzi delle prime cinque VPN complessive di oggi

Condividi questo