I futuri MacBook Pro potrebbero abbandonare la tastiera a favore

Apple sta lavorando a un display pieghevole da 20 pollici, che potrebbe assumere la forma di un prossimo MacBook Pro.

Lo afferma un report del sito coreano The Elec (opens in a new tab) (individuato da MacRumors (opens in a new tab)) che afferma che fonti del settore ritengono che Apple abbia appena iniziato lo sviluppo del display, quindi a quanto pare siamo ancora in le prime fasi del progetto. Il prototipo iniziale si basa su un display OLED da 20,25 pollici di un fornitore sudcoreano non specificato.

Come sottolinea The Elec, questo lo colloca nella categoria delle dimensioni dei laptop, poiché una volta ripiegato darebbe all'utente uno schermo da 15,3 pollici, che sarebbe adatto per un MacBook Pro (che sarebbe 20,25 pollici completamente esteso) .

Tuttavia, non pensare che vedrai presto questa innovazione. Secondo il rapporto, l'obiettivo di produzione per un pieghevole da 20 pollici è il 2026-2027, quindi manca ancora mezzo decennio. Se Apple non abbandona l'idea durante la prototipazione e il test, ovviamente, questo è il destino di molti potenziali hardware.

Come chiarisce anche il rapporto, è probabile che Apple voglia adottare display OLED (piuttosto che LCD) in MacBook e iPad prima che arrivi questo pieghevole. L'Elec ritiene che il 2025 sarà l'anno in cui arriverà un MacBook Pro con schermo OLED, che sarà preceduto da iPad alimentati da OLED nel 2024, come riportato in precedenza.

Analisi: devi sapere quando tenerli, sapere quando piegarli...

Per chi non lo sapesse, un laptop pieghevole è in realtà uno schermo gigante che si piega a metà, come l'Asus Zenbook 17 Fold OLED che abbiamo visto all'IFA all'inizio di quest'anno. In altre parole, la sezione della tastiera viene omessa per raddoppiare le dimensioni dello schermo e lo schermo può facilitare una sorta di tastiera virtuale da utilizzare come laptop. Ma lo schermo può anche essere piatto come un grande schermo o essere utilizzato come monitor completo da 20 pollici su una scrivania con mouse e tastiera, aggiungendo una buona dose di flessibilità al dispositivo.

Non è nemmeno la prima volta che sentiamo parlare di un MacBook pieghevole, con la possibilità che si vocifera già nel 2022. In effetti, quella speculazione precedente era basata su Apple che considerava un display da 20 pollici per questo MacBook, con il data di arrivo fissata. al 2026 o al 2027.

Quindi questo ultimo rapporto riflette esattamente questo e gli dà ancora più peso, ma come sempre dovremmo essere molto scettici su tutto ciò che va oltre la vite. Anche se questo è vero in questo momento, è possibile che Apple metta in pausa il progetto in futuro, soprattutto vista la lunga tempistica di sviluppo offerta qui.

Cinque anni sono assolutamente un'eternità nel mondo della tecnologia, ma poi di nuovo, teoricamente il lancio così lontano nel futuro potrebbe essere una buona cosa, almeno per quanto riguarda il lato meccanico meglio realizzato di un grande schermo pieghevole. Siamo sempre stati diffidenti nei confronti dei pieghevoli, e certamente dei pieghevoli integrati che non sono solo due schermi (con una cornice molto sottile al centro), ma dato un discreto lasso di tempo affinché i progressi tecnologici prendano piede, forse forse Apple potrebbe produrre un MacBook Pro pieghevole davvero elegante e ben progettato. (Cerchiamo di non pensare alle innovazioni passate che non hanno funzionato altrettanto bene, come la tastiera a farfalla, per esempio.)

La domanda più grande potrebbe essere: vogliamo un MacBook Pro pieghevole? Noi di TechRadar abbiamo sostenuto in passato che questa sembra un'idea piuttosto sciocca per una serie di motivi, uno dei quali è che qualsiasi tastiera virtuale sarà un'esperienza di digitazione di gran lunga inferiore a un gioco fisico. Poi di nuovo, forse l'aptica farà molti progressi in mezzo decennio, ma tutto ciò sembra una lunga strada lungo la strada delle voci in erba.

Tuttavia, non si sa mai, e con questa speculazione che ora spunta due volte quest'anno, forse il MacBook Pro pieghevole è davvero un concetto che Apple sta seriamente valutando per il futuro.

Le migliori offerte di laptop di oggi

Condividi questo