I professionisti IT affermano che la complessità fa male

Un'ampia percentuale (78%) dei decisori IT (ITDM) ritiene che la propria azienda fornisca apparecchiature sufficienti per il lavoro ibrido, mentre circa il 20% dei dipendenti sembra contraddire questa visione utilizzando sempre le proprie apparecchiature IT personali per il proprio lavoro.

Il produttore di fotocamere e stampanti Canon ha intervistato più di 3000 persone, con una divisione quasi equa tra ITDM e utenti finali, in sette paesi dell'UE, tra cui Regno Unito, Germania e Francia.

Inoltre, un ulteriore 20% ha affermato di avere difficoltà a ottenere supporto IT quando ne ha bisogno a casa e al 56% degli ITDM è stato chiesto di fornire questo tipo di supporto da remoto.

Problemi ibridi

Questi problemi per i dipendenti includono la firma di documenti digitali e la negoziazione dei processi di approvazione (42%), con il 41% che ha persino difficoltà ad accedere ai documenti digitali e fisici di cui ha bisogno. Ciò lascia il 37% di loro a dover recarsi sul posto di lavoro per accedere e stampare i file.

Le richieste di supporto più comuni che i reparti IT ricevono dai dipendenti includono la stampa da casa (56%), l'impossibilità di accedere ai file da remoto (43%) e problemi di condivisione dei file con i colleghi (36%) .

Anche il passaggio al lavoro ibrido si è rivelato un compito difficile per i reparti IT. Il 71% degli ITDM ha affermato che le proprie tecnologie legacy non soddisfano gli standard di lavoro ibrido. Quindi ottenere nuove tecnologie è stato essenziale, ma non facile: il 76% ha affermato di avere difficoltà ad acquistare apparecchiature da più fornitori.

Ciò significa che quando sorgono problemi tecnologici, il 71% degli ITDM deve contattare tutti i diversi produttori per risolverli, il che richiede tempo. Pertanto, la stragrande maggioranza (81%) ritiene che sarebbe più semplice avere un unico fornitore per tutte le proprie apparecchiature e le esigenze di gestione dei documenti.

Canon ritiene che le tecnologie che migliorano le condizioni di lavoro ibride siano necessarie ora più che mai. Il 50% degli intervistati ha affermato che la propria azienda si sta spostando o si sposterà verso il lavoro ibrido e solo il 33% è completamente basato sull'ufficio. Gli ITDM sembravano essere d'accordo con questo, con il 70% che si aspettava un aumento della spesa IT per soddisfare le esigenze del lavoro ibrido in corso.

Condividi questo