Le autorità delle Bahamas confermano che FTX è sottoFonte: Adobe Stock / Ruth P. Peterkin

Mentre le procedure fallimentari di FTX continuano a devastare i mercati delle criptovalute, le autorità delle Bahamas, dove ha sede l'exchange, stanno indagando sulle attività della società fallita, secondo Ryan Pinder, procuratore generale e ministro degli affari legali del paese.

In quella che ha definito una dichiarazione nazionale a nome del governo delle Bahamas, il politico ha affermato che la Bahamas Securities Commission, l'Unità di informazione finanziaria e l'Unità per i crimini finanziari della polizia stanno portando avanti le loro indagini sui "fatti e circostanze relativi alla crisi di insolvenza di FTX. e ogni possibile violazione della legge delle Bahamas."

"Stasera, mentre parlo a nome del governo, è in realtà la Bahamas Securities and Exchange Commission l'attore principale rispetto alla situazione attuale perché è il regolatore legale di società come FTX", secondo Pinder. .

Gran parte del discorso del funzionario è stato dedicato alla difesa delle normative nazionali relative alle criptovalute, osservando che a seguito del crollo dell'exchange principale, la società non aveva intenzione di introdurre modifiche significative al proprio quadro normativo. Il procuratore generale ha sottolineato che, dal suo punto di vista, la colpa della crisi che ne è derivata è stata del management dell'azienda.

"Mentre le criptovalute e le risorse digitali fanno parte di un settore nuovo e complesso, a livello di base, i recenti eventi relativi alla crisi di insolvenza che ha coinvolto il gruppo di società FTX sono stati vissuti in tutto il mondo", ha affermato Pinder. "In tal senso, ciò che è accaduto può essere più facilmente interpretato come un caso di fallimento di una società molto grande e il risultato di pratiche di governo societario e di gestione molto discutibili".

Il ministro ha anche affermato di ritenere che la recessione in corso nel mercato delle criptovalute finirà, riportando l'industria su un percorso di crescita.

"Come il boom e il fallimento delle dot-com del passato, crediamo che le turbolenze che il settore degli asset digitali sta attualmente vivendo passeranno e ci sono ancora molte potenzialità e opportunità davanti", secondo Pinder.

Nel frattempo, i problemi legali di FTX continuano anche negli Stati Uniti, poiché informazioni recenti suggeriscono che la società di Sam Bankman-Fried era nel radar dei pubblici ministeri federali molto prima che dichiarasse bancarotta.

L'ufficio del procuratore degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York, guidato dal procuratore degli Stati Uniti Damian Williams, ha trascorso diversi mesi esaminando gli scambi di criptovaluta che mantengono operazioni negli Stati Uniti e all'estero. Nell'ambito di tali procedimenti, i pubblici ministeri di Manhattan avevano iniziato a indagare sulle massicce operazioni di scambio di FTX, secondo persone a conoscenza della questione.

Le informazioni disponibili suggeriscono che i pubblici ministeri statunitensi sono particolarmente interessati a indagare sulla conformità di FTX alla legge sul segreto bancario del paese. La legislazione introduce misure antiriciclaggio negli Stati Uniti richiedendo ai partecipanti del settore finanziario di conservare registri e presentare rapporti a fini fiscali, penali e normativi.

Condividi questo