Un nuovo studio dello sviluppatore di Firefox Mozilla suggerisce che gli strumenti di moderazione video di YouTube sono inefficaci perché il sito Web continuerà a consigliare video che non ti interessano.

Il modo in cui dovrebbe funzionare è che gli utenti hanno più strumenti per insegnare all'enigmatico algoritmo di YouTube ciò che non vogliono guardare. Hai opzioni come il pulsante Non mi piace, l'opzione del canale Non mi piace e la possibilità di eliminare i video dalla cronologia del tuo account. Ma secondo lo studio di Mozilla (si apre in una nuova scheda), gli utenti continuano a ricevere questi "cattivi consigli". Nella migliore delle ipotesi, gli strumenti di YouTube riducono di quasi la metà i video indesiderati. Nella peggiore delle ipotesi, YouTube fa il contrario: aumenta il numero di video indesiderati che vedrai.

Lo studio completo di 47 pagine può essere trovato sul sito Web di Mozilla (si apre in una nuova scheda) dove analizza la metodologia del ricercatore, come l'organizzazione ha ottenuto i dati, le sue conclusioni e cosa consiglia a YouTube.

scoperte di mozilla

Lo studio ha incluso più di 22 volontari che hanno scaricato l'estensione del browser RegretsReporter di Mozilla (si apre in una nuova scheda) che consente agli utenti di controllare i consigli su YouTube e creare report per i ricercatori. Attraverso RegretsReporter, hanno analizzato più di 000 milioni di video.

Secondo i risultati, gli strumenti di YouTube sono ovunque in termini di coerenza. Il 39,3% dei partecipanti non ha visto alcun cambiamento nelle proprie raccomandazioni. Un utente, chiamato Partecipante 112 allo studio, ha utilizzato strumenti di moderazione per interrompere la ricezione di video medici sul suo account solo per essere inondato da loro un mese dopo. Il 23% ha affermato di aver avuto un'esperienza mista. Per questo gruppo, hanno smesso di guardare video indesiderati per un po' prima di mostrarli di nuovo subito dopo. E il 27,6% dei partecipanti ha dichiarato di aver smesso di ricevere raccomandazioni negative dopo aver utilizzato gli strumenti di moderazione.

Lo strumento indipendente più efficace è risultato essere il canale Do Not Recommend, che ha ridotto le raccomandazioni di circa il 43%. L'opzione Don't Care e il pulsante Non mi piace sono stati i peggiori, bloccando rispettivamente solo l'11% e il 12% dei video indesiderati.

I ricercatori hanno anche scoperto che le persone hanno cambiato il loro comportamento per gestire le raccomandazioni. Nello studio, gli utenti hanno affermato che avrebbero modificato le impostazioni di YouTube, utilizzato un account diverso o evitato di guardare determinati video per paura di averne di più. Altri userebbero VPN ed estensioni per la privacy per mantenere le cose pulite.

Alla fine dello studio, i ricercatori di Mozilla danno i propri consigli su come YouTube dovrebbe cambiare il suo algoritmo con un focus sull'aumento della trasparenza. Vogliono che i controlli siano più facili da capire e chiedono a YouTube di ascoltare il feedback degli utenti più spesso. Mozilla chiede inoltre alla piattaforma di essere più trasparente su come funziona il suo algoritmo.

la risposta di youtube

In risposta, un portavoce di YouTube ha rilasciato una dichiarazione a The Verge (si apre in una nuova scheda) criticando lo studio. Il portavoce afferma che i ricercatori non hanno tenuto conto del "funzionamento effettivo dei sistemi" e non hanno capito come funzionassero gli strumenti. Apparentemente gli strumenti di moderazione non chiudono un intero thread, solo quel particolare video o canale. Per ammissione del ricercatore stesso (si apre in una nuova scheda), lo studio "non è un campione rappresentativo della base di utenti di YouTube", ma fornisce informazioni sulla frustrazione degli utenti.

Detto questo, l'algoritmo di YouTube e i cambiamenti che lo circondano hanno causato una notevole rabbia tra gli utenti. Molti sono rimasti scontenti del fatto che YouTube abbia rimosso il contatore Non mi piace dal sito Web al punto in cui le persone hanno creato estensioni solo per aggiungerlo di nuovo. Inoltre, alcuni sostengono che YouTube tragga vantaggio da contenuti controversi per aumentare il coinvolgimento. Supponendo che i dati di Mozilla siano corretti, i consigli sullo spam potrebbero essere un sottoprodotto della piattaforma che sfrutta i contenuti che le persone non vogliono ottenere più visualizzazioni.

Se desideri saperne di più su YouTube, assicurati di dare un'occhiata alla storia di TechRadar sul malware rilasciato tramite video di giochi.

Condividi questo