Il produttore cinese di schede grafiche Gunnir ha presentato la prima GPU desktop personalizzata di terze parti al mondo della nuova linea Arc Alchemist di Intel, ovvero l'Arc A380 Photon 6GB OC. Il comunicato stampa di Gunnir indica che Intel ha ora lanciato ufficialmente la serie Arc A3 in Cina, in linea con le notizie precedenti secondo cui le GPU A3 sarebbero state disponibili solo all'inizio.

Quindi l'A380 Photon impressiona? Bene, non abbiamo ancora visto alcun benchmark specifico, ma le prime impressioni francamente non sono buone dato l'attuale livello di concorrenza nel mercato delle GPU desktop. L'Arc A380 è una scheda grafica entry-level, attualmente pensata per prestazioni simili alla GTX 1650 Super di Nvidia, e il modello Photon di Gunnir cambia un po' le specifiche di base, ma non abbastanza per diventare interessante.

L'A380 Photon 6GB OC racchiude gli stessi otto core Xe e otto unità di ray tracing dell'A380 predefinito, ma la parte "OC" del nome implica che il suo boost clock di 2450 MHz sarà superiore alla frequenza della GPU. Il TDP è anche più alto sulla scheda di Gunnir, fino a 92 W contro i 75 W standard. È ancora inferiore al TDP di 100 W della GTX 1650 Super, ma superiore al budget RX 6400 di AMD a 53 W.

Una delle principali differenze tra l'originale Arc A380 e il Photon è che la scheda di Gunnir utilizza un design a doppia ventola, al contrario della configurazione originale a ventola singola di Intel. Sfortunatamente, è un design piuttosto banale, il che è un po' deludente dato che questo è effettivamente il nostro primo sguardo alle schede desktop Intel Arc. Oh, e la velocità della memoria è inspiegabilmente inferiore al benchmark a 16 Gbps, che funziona invece a 15,5 Gbps.

Il comunicato stampa di Gunnir ha anche preso in giro una GPU di punta in arrivo nella gamma Arc, che, da questa immagine super sfocata, pensiamo sia un modello a tre ventole con un'estetica del design simile. Non è possibile distinguere se si tratti della GPU Intel A770 o A780, ma l'uso del termine "ammiraglia" da parte di Gunnir ci fa pensare che sarà l'A780 di fascia alta.

(Credito immagine: Gunnir, Intel)

Analisi: cosa sta giocando Intel con Desktop Arc?

Questa versione di Gunnir ha quasi confermato le perdite precedenti riguardanti la GPU entry-level di Intel, ma ci lascia ancora un po' confusi. Questo è, infatti, il primo passo ufficiale di Intel nelle acque torbide del mercato delle schede grafiche desktop, e quel primo passo è stato fatto praticamente senza clamore.

Forse la vera spiegazione è che Intel sta usando il mercato cinese come banco di prova per Arc, con rilasci strettamente controllati che iniziano esclusivamente con i produttori di laptop cinesi e non vuole scuotere troppo la barca nel caso in cui anche altri mercati nazionali prendano il sopravvento. Guarda.

L'A380 non è particolarmente impressionante - le prestazioni superano a malapena la GTX 1060 che ora ha 8 anni - quindi Intel che vuole mantenere le cose a basso profilo a questo punto ha senso. Probabilmente non disturberà la nostra classifica delle migliori GPU. Tuttavia, se le GPU entry-level hanno il potenziale per vendere bene in Cina, potrebbe essere una mossa intelligente di apertura da parte di Intel, soprattutto perché anche la GTX 1630 economica di Nvidia è in arrivo.

Le GPU Arc A5 e A7 sono ancora in arrivo senza una data di rilascio e, a questo punto, non è chiaro se inizieranno la loro vita anche come prodotti solo per la Cina. Tuttavia, ci aspettiamo che Intel faccia molte più storie sul lancio dell'A780, poiché questa scheda dovrebbe scambiare colpi con l'eccellente RTX 3070 di Nvidia.

Condividi questo