Cloudflare ha esteso la sua offerta Zero Trust (si apre in una nuova scheda) ai servizi di messaggistica e alla prevenzione della perdita di dati (DLP).

L'azienda ha aggiunto nuove funzionalità alla sua piattaforma Zero Trust SASE - Cloudflare One, che promette sarà un approccio "profondamente integrato" che consente una facile implementazione con pochi clic, prestazioni veloci e una forte sicurezza degli endpoint (si apre in una nuova scheda ), reti ed e-mail.

Per la posta elettronica (si apre in una nuova scheda), Cloudflare cercherà di combinare la sua soluzione anti-phishing ottenuta quando ha acquistato Area 1 Security, con la sua funzione di isolamento del browser, che mette automaticamente in quarantena i collegamenti dannosi, in una sessione del browser remoto.

Email e protezione dei dati

Quando si tratta di dati, Cloudflare afferma di essere andato oltre la "solo analisi online". La sua piattaforma Zero Trust promette controlli in tempo reale, con strumenti integrati di prevenzione della perdita di dati che scansionano le informazioni sensibili (si apre in una nuova scheda) o confrontandole con i dati inattivi, con un CASB basato su API.

Altre caratteristiche includono la protezione di tutte le connessioni con i controlli Zero Trust, nonché la connessione e la protezione di dati, dispositivi, desktop, reti cloud e altro, senza dipendere dagli armadi hardware, tramite Cloudflare Magic WAN, che ora è generalmente disponibile.

Dal suo annuncio nel 2020, Cloudflare One ha più che raddoppiato il numero di clienti anno dopo anno, ha affermato la società, mentre il traffico medio giornaliero è aumentato di sei volte nello stesso periodo.

“Quando mi siedo con i clienti, essi condividono che uno degli aspetti più scoraggianti della sicurezza Zero Trust è semplicemente da dove cominciare. Peggio ancora, ogni fornitore ha una definizione diversa di Zero Trust, trasformando un approccio critico alla sicurezza in un approccio frainteso e frainteso". termine abusato", ha affermato Matthew Prince, co-fondatore e CEO di Cloudflare.

“Riteniamo che Zero Trust debba estendersi sull'intera rete, dalle e-mail ai data center, e rendere le connessioni per utenti e dispositivi più veloci, non rallentare le persone. E vogliamo fornire a ogni cliente una guida passo passo su cosa possono fare oggi, questa settimana e questo mese per essere più sicuri, indipendentemente dal provider che utilizzano".

Condividi questo