Al diavolo le recensioni! La nuova commedia di Netflix, The Man From Toronto, è salita in cima alle classifiche settimanali di popolarità dello streamer, nonostante le recensioni feroci.

Il film d'azione a tema assassino, con Kevin Hart e Woody Harrelson nei ruoli principali, è stato descritto dalla critica come "tristemente poco divertente" e "altri contenuti privi di fantasia" prima della sua uscita il 24 giugno, ma non ha fermato il film. ha accumulato quasi 50 milioni di ore di visualizzazione di Netflix (si apre in una nuova scheda) in soli due giorni.

Secondo la sinossi del film, The Man From Toronto vede il "killer più letale del mondo" (Harrelson) e "il più grande errore di New York" (Hart) combinati quando quest'ultimo arriva presto a un noleggio Airbnb. Naturalmente, ne consegue il caos e la coppia si imbarca in un'avventura al gatto e topo che coinvolge poliziotti, criminali e inseguimenti in auto.

Con sorpresa di nessuno, questa premessa apparentemente algoritmica non ha attratto i critici. Il film ha attualmente una valutazione critica di Rotten Tomatoes (Si apre in una nuova scheda) di appena il 28%, il che lo colloca nella misera compagnia di altri recenti successi di Netflix: Spiderhead (42% (Si apre in una nuova scheda)), Interceptor (44 % - si apre in una nuova scheda)), Red Notice (37% - si apre in una nuova scheda)) e Last Year (24% - si apre in una nuova scheda)).

È interessante notare, tuttavia, che tutti e cinque i film certificati come "Rotten" hanno raggiunto la vetta delle classifiche settimanali di popolarità di Netflix nelle rispettive prime settimane di uscita. The Senior Year with Rebel Wilson, ad esempio, ha accumulato 62,4 milioni di ore di visione a dispetto dei suoi critici, che hanno affermato che era "difficile immaginare un film più cattivo".

I rapporti settimanali sulle prestazioni dello streamer (si apre in una nuova scheda), che tengono traccia del numero totale di ore in cui gli abbonati in tutto il mondo guardano i titoli per un periodo di sette giorni, sembrano alimentare costantemente gli incendi di una tendenza in crescita per Netflix. : Film maledetti sembrano attrarre spettatori settimana dopo settimana.

Analisi: un altro successo superficiale di Netflix?

A prima vista, non ha molto senso: perché il pubblico si rivolge regolarmente a film terribili? - ma ci sono diversi motivi logici per cui The Man From Toronto e Senior Year hanno fatto così bene per lo streamer.

La più ovvia è la questione del gusto: le reazioni critiche non sono l'alfa e l'omega del successo di un film. Come ha spiegato l'editor di intrattenimento di TechRadar Tom Goodwyn nella sua recente difesa dell'epopea d'azione di Netflix Interceptor: A volte il pubblico vuole solo spegnere il cervello dopo una lunga giornata.

Elsa Pataky in Interceptor

Elsa Pataky interpreta un ufficiale dell'esercito senza fronzoli nell'Interceptor criticamente diffamato (Credito immagine: Netflix)

Non tutti i film devono essere Citizen Kane, e non c'è niente di sbagliato nell'occasionale commedia dipinta per numeri o in un thriller privo di ispirazione se Netflix continua a sfornare progetti degni di nota: Stranger Things, The Power of the Dog, ecc.

Inoltre, questi successi non originali sembrano fare il trucco per lo streamer. Sebbene Netflix possa trarre vantaggio dai film con cui il pubblico si impegna chiaramente a frotte, è difficile criticare il loro approccio da tapis roulant alla loro produzione.

D'altra parte, c'è la questione della scelta: gli abbonati Netflix – quelli che sono stati così espliciti nel criticare il recente rilascio di contenuti della piattaforma – guardano questi film solo per mancanza di alternative di qualità? Senza condurre un sondaggio tra i clienti su larga scala, è un rompicapo difficile da risolvere, ma la possibilità esiste certamente.

Non aiuta nemmeno la causa quando film come The Man From Toronto sfidano la loro mancanza di qualità per diventare, agli occhi degli statistici di Netflix, produzioni di successo. Quando questi progetti sicuri e superficiali accumulano 50 milioni di ore di riproduzione in soli due giorni, il loro successo potrebbe giustificare la decisione dello streamer di cancellare altri progetti veramente validi (come quelli precedentemente in sviluppo nel loro dipartimento di animazione), che migliorerebbero notevolmente la qualità di servizio. . in genere.

Tuttavia, i capi di Netflix non si lamenteranno se il prezzo delle azioni della società aumenta e milioni di abbonati sembrano felici di abbracciare costantemente i suoi successi, indipendentemente dalla loro posizione su IMDb. E con un livello di abbonamento più economico e supportato dalla pubblicità per lo streamer in arrivo, potrebbe esserci molto più spazio sul tavolo per tutti i tipi di film e programmi TV Netflix nel prossimo futuro.

Condividi questo