(Divulgazione: tutti i fornitori citati sono clienti dell'autore.)

Questa settimana ho incontrato Stefan Engel, vicepresidente e direttore generale del settore visivo di Lenovo, e abbiamo parlato di dove dovrebbero andare i monitor e dove andare. Mi ha fatto pensare al motivo per cui è probabile che i monitor diventino obsoleti entro la fine del decennio e ai diversi approcci che Dell, HP e Lenovo stanno adottando ora.

Vorrei iniziare con quest'ultimo punto.

Dell, HP e Lenovo marciano verso diversi monitor battitori

Quando si tratta di configurare un monitor, la maggior parte degli utenti è interessata anche agli altoparlanti e a una webcam, soprattutto nel mondo incentrato sui video in cui lavoriamo ora. Dell considera il monitoraggio come elementi completamente separati; le fotocamere e gli altoparlanti (con poche eccezioni) sono generalmente separati, sebbene Dell tenda a supportare la ricarica e le connessioni degli accessori, trasformandoli in hub USB.

HP generalmente preferisce integrare gli altoparlanti e le fotocamere nei monitor. Questo approccio porta a un desktop più pulito perché hai solo un cavo di cui preoccuparti e il risultato assomiglia meno a qualcosa assemblato da parti create da designer diversi. (Puoi anche accendere e spegnere la videocamera per una privacy completa: i dipendenti spesso temono che i manager li stiano spiando e le videocamere sono state compromesse in passato.)

Lenovo di solito si trova tra Dell e HP, o alla fine lo farà. Fornisce una porta USB nella parte superiore del monitor per una fotocamera o una fotocamera/altoparlante. Sembra più elegante della configurazione Dell e offre maggiore flessibilità rispetto a quella HP, ma ti offre una fotocamera e un altoparlante Lenovo. Tuttavia, consente futuri aggiornamenti degli accessori se Lenovo produce fotocamere e altoparlanti specializzati per i suoi monitor.

L'approccio di Dell offre la massima flessibilità, quello di HP offre l'aspetto più pulito e Lenovo offre un discreto mix di entrambi i concetti.

evoluzione futura

I monitor professionali e quelli dei consumatori divergono e questa divergenza sta per accelerare. Per coloro che utilizzano principalmente un monitor per il lavoro a casa o in ufficio, i monitor LCD stanno lasciando il posto a monitor mini-LCD con risoluzioni più elevate. I monitor OLED stanno arrivando, ma a causa del rischio di burn-in e della tendenza a utilizzare immagini statiche per lavoro, l'OLED non è un grande affare. I consumatori adorano l'OLED per i suoi neri profondi e i colori vividi, ma per gli utenti aziendali, le immagini statiche possono causare il fallimento prematuro di questa costosa tecnologia. Fino a quando questo problema di furto non sarà risolto, è improbabile che siano molto apprezzati dalle aziende.

La tecnologia dell'hub USB è stata adottata da tutti i principali fornitori e probabilmente migliorerà nel tempo con l'avanzare della tecnologia USB. Lo stesso vale per la risoluzione dello schermo: per gli acquirenti di monitor che eseguono l'aggiornamento da LCD a mini-LCD, il percorso di aggiornamento pianificato include schermi 4K. Attualmente, non sembra esserci molta richiesta per i display 8K (al di fuori di alcune nicchie sul lato dell'ingegneria e dell'animazione cinematografica), ma ciò potrebbe cambiare man mano che il 4K commerciale diventa più mainstream, probabilmente dopo il 2025.

La fine dei monitor come li conosciamo

La prossima grande cosa per i monitor saranno i display montati sulla testa. Dell si è ampiamente allontanata da questa tendenza al momento, HP ha un buon visore VR commerciale a un buon prezzo e Lenovo ha il primo monitor montato sulla testa di un importante OEM. (Offre anche il primo concorrente Hololens da un importante OEM.) Al momento della stesura di questo articolo, anche le prime lenti a contatto Smart AR hanno iniziato a testare.

Una volta che i display montati sulla testa raggiungono la maturità (consentendo l'occlusione secondo necessità e risoluzioni che offrono un'esperienza 4K), la necessità di display tradizionali potrebbe cadere da un precipizio. Con i monitor, sei limitato dalle dimensioni del monitor. Per riempire l'intero campo visivo, è necessario uno molto grande, oppure è necessario sedersi molto vicino a un monitor più piccolo e ad alta risoluzione. Un display montato sulla testa, poiché può riempire il tuo campo visivo, offre uno spazio sul monitor virtuale quasi illimitato.

Inoltre, con i display montati sulla testa, puoi raggiungere dimensioni virtuali estreme per i lavoratori mobili e persino fare cose come fornire funzionalità head-up mentre cammini, vai in scooter o vai in bicicletta. Posso anche immaginare un futuro in cui i display delle auto vengono sostituiti con un display montato sulla testa in cui puoi configurare il tuo cruscotto virtuale come meglio credi. E poi, quando l'auto guida autonomamente, puoi passare dal mondo reale ai giochi o ai film per l'intrattenimento. Tutto quello che dovresti fare è oscurare le finestre, che è molto più economico che trasformarle in schermi.

Metti fine al vecchio, lascia il posto al nuovo

I monitor si stanno avvicinando alla fine del loro ciclo di vita, ma sono ancora il modo migliore per interagire visivamente con i computer. I mercati consumer e professionale possono divergere, ma non per il lavoro ibrido in cui le stesse caratteristiche sono apprezzate a casa e in ufficio. I consumatori alla fine otterranno opzioni OLED e frequenze di aggiornamento più rapide per i giochi, mentre la spinta per dispositivi 8K a risoluzione più elevata probabilmente si bloccherà a causa della mancanza di contenuti 8K interessanti.

I monitor alla fine diventeranno display montati sulla testa e cose come le lenti a contatto AR diventeranno alternative davvero praticabili. Penso che vedremo il mondo online in un modo completamente nuovo entro la fine del decennio.

Copyright © 2022 IDG Communications, Inc.

Condividi questo