Martedì la Commissione europea ha annunciato di aver avviato ufficialmente il processo di approvazione del quadro sulla privacy dei dati UE-USA. UU., Disposta a consentire il flusso di dati tra gli Stati Uniti e l'Unione Europea, dopo aver concluso che il quadro fornisce garanzie sulla privacy paragonabili a quelle dell'UE.

Dopo che il presidente Biden ha firmato l'ordine esecutivo che attua le regole del Transatlantic Data Policy Framework negli Stati Uniti in ottobre, la Commissione ha condotto una valutazione del quadro giuridico statunitense su cui si basa il disegno di legge. Questa valutazione, pubblicata martedì, indica che la legislazione garantisce un livello adeguato di protezione per i dati personali trasferiti dall'UE alle società statunitensi.

Ora, il progetto di decisione di adeguatezza è stato inviato al Comitato europeo per la protezione dei dati (EDPB) per un parere.

Una volta che il Comitato europeo per la protezione dei dati ha dato la sua approvazione, la Commissione deve chiedere l'approvazione di un comitato composto da rappresentanti degli Stati membri dell'UE, nonché del Parlamento europeo, che ha il diritto di esaminare le decisioni di adeguatezza. Solo allora la Commissione potrà procedere all'adozione formale della legislazione.

Se adottato, il quadro significherà che le società statunitensi dovranno accettare di rispettare una serie dettagliata di regole sulla privacy, compreso l'obbligo di eliminare i dati personali quando non sono più necessari per gli scopi per i quali sono stati assegnati. per garantire la continuità della protezione quando i dati personali sono condivisi con terzi. I regolamenti hanno essenzialmente lo scopo di garantire che il flusso di dati tra gli Stati Uniti e l'UE sia conforme alle norme sulla privacy del GDPR dell'UE.

Inoltre, i cittadini dell'UE beneficeranno di varie vie di ricorso se i loro dati personali sono trattati in violazione del quadro e avranno la possibilità di ottenere un risarcimento in relazione alla raccolta e all'utilizzo dei loro dati da parte delle agenzie di intelligence. meccanismo di ricorso. , che comprende un tribunale per il riesame della protezione dei dati di nuova creazione.

Nei commenti pubblicati insieme all'annuncio, il vicepresidente della Commissione per la sicurezza e la trasparenza, Věra Jourová, ha affermato che il quadro proposto migliorerà ulteriormente la sicurezza dei dati personali trasferiti dall'Europa agli Stati Uniti, basandosi sui buoni progressi compiuti da entrambe le parti nel anni.

"Il quadro futuro è positivo anche per le imprese e rafforzerà la cooperazione transatlantica", ha affermato. “Come democrazie, dobbiamo difendere i diritti fondamentali, compresa la protezione dei dati. È una necessità, non un lusso in un'economia sempre più digitalizzata e basata sui dati.

Il nuovo Transatlantic Data Policy Framework è destinato a sostituire i precedenti accordi, tra cui il Privacy Shield Agreement, annullato dalla Corte di giustizia europea a causa della mancata protezione adeguata dei dati personali da parte degli Stati Uniti, in particolare nei confronti dello Stato . sorveglianza.

Tuttavia, il nuovo quadro ha anche critici, i quali affermano che l'accordo non garantisce che le forze di sicurezza statunitensi si asterranno dall'accedere ai dati dei cittadini dell'UE una volta trasferiti agli Stati.

Anche se l'UE ratifica il quadro nonostante le critiche, è improbabile che venga approvato prima della primavera del 2023.

Copyright © 2022 IDG Communications, Inc.

Condividi questo