La battaglia tra MediaTek e Qualcomm si intensifica

La battaglia tra MediaTek e Qualcomm si intensifica

MediaTek ha svelato un'aggiunta alla sua gamma di chipset 5G di fascia alta progettati per aiutare l'azienda a competere su un piano di parità nel segmento premium del mercato degli smartphone.

Il nuovo SoC Dimensity 9000+ è in cima al portafoglio di MediaTek, combinando otto core di processore basati sull'architettura v9 di Arm con una GPU Arm Mali-G710.

Come con il modello precedente, il chipset dispone anche di 8 MB di cache L3, 6 MB di cache di sistema, un modem ad alte prestazioni, supporto Wi-Fi 6E e Bluetooth 5.3 e un'APU integrata per l'accelerazione dell'IA.

Sebbene le specifiche siano in gran parte identiche al Dimensity 9000 di base, si dice che il nuovo SoC offra un aumento delle prestazioni hardware sia nella grafica che nei carichi di lavoro tradizionali, grazie alla capacità di eseguire i core alle velocità di clock più elevate.

Storicamente, MediaTek ha giocato nei segmenti leggermente meno attraenti del mercato dei chipset mobili, con telefoni economici e di fascia media rivolti a utenti per i quali le prestazioni non sono necessariamente una priorità.

Il lancio del Dimensity 9000 nel dicembre dello scorso anno ha segnato un cambio di strategia, con MediaTek che ha tentato per la prima volta di entrare nei dispositivi mobili flashship, un'area tradizionalmente dominata da Qualcomm.

Al MWC 2022 TechRadar Pro ha parlato con Pascal Lemasson e Rob Moffat, Head of Sales di MediaTek, che hanno fornito un ulteriore contesto sul nuovo focus dell'azienda e sull'importanza dei suoi nuovi chip Dimensity.

“La strategia è offrire chipset ai nostri clienti dal basso verso l'alto. Prima di Dimensity 9000, avevamo un gap al vertice", ha detto Moffat. "Negli ultimi tre anni, i nostri investimenti in ricerca e sviluppo sono stati enormi e il 5G è una grande opportunità per noi, quindi abbiamo preso la decisione di rivolgerci al mercato di fascia alta".

"In definitiva, dobbiamo concentrarci sulla leadership tecnologica, che porta automaticamente a prodotti di alto livello".

Nel frattempo, l'arrivo del Dimensity 9000+ aggiunge un'altra corda all'arco di MediaTek, forse dando agli OEM una decisione difficile da prendere quando scelgono una configurazione per le loro future ammiraglie.

"Basato sul successo del nostro primo chipset 5G di punta, Dimensity 9000+ assicura che i produttori di dispositivi abbiano sempre accesso alle funzionalità più avanzate ad alte prestazioni e alle più recenti tecnologie mobili, consentendo ai loro smartphone di distinguersi dalla fascia alta", ha affermato il dott. Yenchi Lee, vicedirettore generale delle comunicazioni wireless presso MediaTek.

"Con una suite leader del settore di funzionalità di connettività, imaging, multimedia, giochi, AI e AI, Dimensity 9000+ offre un gameplay più veloce, uno streaming fluido e una migliore esperienza utente complessiva."

Gli smartphone basati su MediaTek Dimensity 9000+ dovrebbero essere lanciati nel terzo trimestre.