iPadOS 16 è un brillante aggiornamento, ma solo nel

Alla conferenza WWDC di Apple il 6 giugno, iPadOS 16 è stato annunciato con un focus sulle funzionalità desktop, qualcosa che gli utenti chiedono da anni con iPad.

La caratteristica principale di questo era Stage Manager, che consente a un iPad di utilizzare fino a quattro app contemporaneamente e puoi ridimensionare quelle app a qualsiasi dimensione desideri, portando finalmente le app con finestra sul tablet.

Un altro vantaggio di questo è anche abilitare il supporto del display esterno, quindi puoi utilizzare fino a otto app contemporaneamente, con quattro su ogni schermo, e utilizzando il pannello di sinistra di Stage Manager puoi facilmente passare da un'app all'altra su cui vuoi concentrarti.

Tuttavia, per quanto interessante possa sembrare questa funzione, il problema è che è disponibile solo su iPad con il chip M1, ad eccezione dell'ultimo iPad mini.

M1 il busto?

Dall'annuncio dell'M1 iPad Pro nell'aprile 2021, gli utenti non sapevano perché. Perché un chip Apple Silicon disponibile sul Mac è riuscito a farsi strada nel tablet quando il software ne ha a malapena sfruttato?

Alcuni si aspettavano che il WWDC nel 2021 tragga vantaggio dall'iPad Pro M1, ma il cambiamento più grande in iPadOS 15 è stato per i widget nella schermata principale.

Nel corso dei mesi, anche l'iPad Air e l'iPad mini avrebbero ricevuto il chip M1, con gli utenti che si chiedevano se avesse senso, quando il software chiaramente non stava sfruttando ciò che il chip aveva da offrire.

Adoro il modo in cui ora posso usare il mio iPad come dashboard 😎 pic.twitter.com/9lPppp0W9uJune 7, 2022

Scopri di più

Ma abbiamo ottenuto la nostra risposta con iPadOS 16, in quanto consente chiaramente a Stage Manager di elevare il tablet a una macchina che può espandersi su un altro schermo e utilizzare le nuove funzionalità multitasking.

Tuttavia, il rovescio della medaglia pone problemi a coloro che hanno un iPad senza un chip M1 all'interno.

Se possiedi un iPad Air (5a generazione), un iPad Pro da 12,9 pollici (5a generazione) o un iPad Pro da 11 pollici (3a generazione), puoi utilizzare Stage Manager, ma in caso contrario , ha ancora delle limitazioni per multitasking che abbiamo da iPadOS 13.

Allo stesso tempo, se hai acquistato di recente un iPad mini con il chip M1, non ottieni ancora Stage Manager, ma dato il suo schermo da 8.1 pollici, è comprensibile, ma giusto.

Sebbene ciò espanda le capacità dell'iPad, la funzione è più che in grado di funzionare sui vecchi modelli di iPad Pro, come la riprogettazione del 2018 che ha portato FaceID e un aspetto a schermo intero alla formazione.

Limitare questo ai nuovi iPad significherebbe che gli utenti dovrebbero pensare a cosa stanno usando il loro tablet e se Stage Manager è il fattore decisivo nel loro aggiornamento a un nuovo iPad, o aspettare per vedere se Apple accetta e consente la funzione. da utilizzare su alcuni modelli precedenti.


Condividi questo