Intel vuole che sia il suo prossimo laptop da lavoro

Intel sta parlando di un grande gioco quando si tratta di riconquistare la leadership nella produzione di chip, secondo un nuovo rapporto che cita uno dei vicepresidenti dell'azienda.

Sarebbe Ann Kelleher, vicepresidente e direttore generale dello sviluppo tecnologico di Intel, che, secondo quanto riportato da Bloomberg (si apre in una nuova finestra), avrebbe dichiarato durante una conferenza stampa che in merito agli obiettivi del Team Blue in tal senso: "Siamo completamente nel modo corretto. “, aggiungendo che “stabiliamo pietre miliari trimestrali e, sulla base di queste pietre miliari, siamo avanti o sulla buona strada”.

Ciò conferma l'ambizione dichiarata del CEO Pat Gelsinger di riconquistare la leadership in termini di forza produttiva e, come osserva Bloomberg, il team di sviluppo tecnologico di Kelleher sta cercando di recuperare il terreno perso nei ritardi passati intensificando gli sforzi per introdurre nuovi processi a un "senza precedenti" Vota. . .

L'idea è quella di recuperare quote di mercato da AMD, da un lato, che ha guadagnato popolarità negli ultimi anni -soprattutto in ambito desktop- con processori Ryzen molto competitivi. Sebbene il Team Blue abbia già fatto un passo avanti in questa battaglia dopo il suo notevole successo nel passaggio alla tecnologia ibrida con processori Intel Core (utilizzando una combinazione di core ad alte prestazioni ed efficienza introdotti per la prima volta con Alder Lake, la generazione precedente agli attuali chip Raptor Lake).

Più in generale, Intel vuole aumentare la propria capacità di produzione di chip per competere con TSMC e Samsung in questo settore. Si tratta di aziende che producono chip per una varietà di grandi aziende tecnologiche (come Apple, ad esempio), e Intel intende anche competere nella produzione di chip per clienti famosi.

In termini di ritmo del processo, Kelleher ha osservato che Intel sta ora producendo in serie chip a 7 nm ed è pronta per iniziare con 4 nm, con un passaggio a 3 nm previsto nella seconda metà del 2023.

Analisi: scrollarsi di dosso lo spettro dei ritardi passati

Il passato perseguita ancora molto Intel in termini di rallentamento dei nuovi processori basati sui processi, come la ben documentata battaglia a 10 nm, in cui il Team Blue è rimasto bloccato su 14 nm per troppo tempo. (Intel è sceso a 14 nm nel 2014, quindi ha prodotto un successivo aggiornamento a quel processo poiché non è riuscito a raggiungere i 10 nm, e in effetti Rocket Lake nel 2021 utilizzava ancora 14 nm.)

E alcuni dei fantasmi che risuonano ancora da questo episodio sono quelle promesse precedenti che 10nm avrebbe mantenuto, come l'affermazione che era in arrivo nel 2018, che si è rivelata completamente falsa.

Tuttavia, questa volta, la posizione e la terminologia utilizzate sono molto più sicure, piuttosto che la posizione difensiva assunta intorno ai 10 nm. Vale la pena notare che Kelleher non sta solo dicendo che Intel è sulla strada giusta, ma in realtà è in anticipo sui progressi con il passaggio a nuovi processi in qualche modo.

Certamente, Intel sembra aver esaminato attentamente tutte le sue capacità di sviluppo e produzione di chip. Kelleher parla anche di prendere nuove angolazioni in termini di messa in atto di piani di emergenza per garantire che vengano evitati gravi ritardi, e piuttosto che Intel stia cercando di fare tutto da sola, affidandosi ai team dei fornitori per aiutarlo. Kelleher ha osservato: “In passato, Intel aveva muri alti in termini di non condivisione. Non abbiamo bisogno di gestire tutto.

Il prossimo passo per Intel è Meteor Lake, che è la sua 14a generazione a succedere a Raptor Lake, ed è finalmente a 7nm. Questo aggiornamento di Kelleher ci conferma che questi processori di nuova generazione verranno rilasciati il ​​prossimo anno. Esattamente quando Meteor Lake vedrà la luce del giorno, e in quale forma, ancora non lo sappiamo. Ma si dice che Intel si stia concentrando maggiormente sull'efficienza, anche se ciò significa che i chip di 14a generazione potrebbero raggiungere il massimo a 6 core di prestazioni (e avere più core di efficienza rispetto a Raptor Lake).

Il piano generale (cospargere il condimento qui) potrebbe essere quello di portare Meteor Lake su laptop (dove l'efficienza brilla davvero) e processori desktop di fascia medio-bassa, lasciando l'ammiraglia di Raptor Lake a 8 core e il suo desktop a XNUMX core. -fine. controparti ancora in vigore, fino a quando non subentrano alla generazione successiva. (Sarà Arrow Lake, che potrebbe essere molto vicino a Meteor Lake, secondo le voci; sussurri che potrebbero anche essere veri se ciò che Kelleher afferma qui si rivelasse corretto nel tempo.)

Le migliori offerte di processori di oggi

Condividi questo