Il nuovo codice proteggerà le vittime di frodi nei pagamenti

Oggi potrebbe essere il giorno più fraudolento dell'anno, secondo la startup di sicurezza informatica SEON.

Sulla scia del Black Friday, il Cyber ​​Monday è il giorno in cui i rivenditori incoraggiano i consumatori a fare acquisti online piuttosto che in negozio. Sin dal suo inizio, il Cyber ​​​​​​Monday è diventato importante per il settore della vendita al dettaglio quanto il suo predecessore, e anche i criminali informatici stanno cercando di trarne vantaggio, forse anche di più.

I tentativi di frode durante il Cyber ​​​​Monday superano di gran lunga i tentativi di frode in un "normale" lunedì, ma quest'anno potremmo essere un record. Nel suo ultimo rapporto, SEON ha previsto un aumento del 100% dei tentativi di frode durante il Cyber ​​Monday, rendendolo una minaccia molto più grande del Black Friday, dove la società ha previsto un aumento del 57%.

Programmi bot e profili falsi

La società basa queste affermazioni su dati proprietari. Apparentemente ha elaborato il 26% in più di transazioni durante il Black Friday, rispetto a un "normale" venerdì, e ha registrato un aumento del 57% delle commissioni di transazione in calo.

Al contrario, ha elaborato circa il 19,5% in più di transazioni durante il Cyber ​​Monday rispetto a un "normale" lunedì, ma ha registrato un aumento del 100,3% dei tassi di transazione in calo. Secondo SEON, i programmi bot e i profili falsi sono le armi più popolari nell'arsenale di ogni criminale informatico durante le festività natalizie.

Oltre ai dati proprietari, SEON basa queste ipotesi anche su "crescenti pressioni economiche" che stanno spingendo sempre più persone a ricorrere alle frodi online.

I criminali informatici cercano sempre di trarre vantaggio dai grandi eventi e rubare dati sull'identità (si apre in una nuova scheda), informazioni sui pagamenti e infine denaro. I Giochi Olimpici, i Mondiali e la pandemia di Covid-19 sono solo alcuni esempi di eventi globali di cui approfittano i truffatori.

Principalmente creano pagine di destinazione false e inviano e-mail di phishing relative a questi eventi. Questi presenterebbero alle loro vittime moduli di accesso falsi per estrarre dati sensibili o indurli a scaricare malware.

Come al solito, si consiglia agli utenti di prestare molta attenzione quando si ricevono e-mail, in particolare quelle che contengono collegamenti ipertestuali o allegati.

Condividi questo