In un momento in cui gli utenti di Internet sanno come utilizzare strumenti di sicurezza come le VPN e il browser Tor per aggirare la censura, vietare un sito di notizie potrebbe finire per produrre risultati opposti: le piattaforme censurate potrebbero anche guadagnare più popolarità di conseguenza.

Questo sembra accadere ora in Turchia. Dopo la notizia che l'emittente tedesca Deutsche Welle (DW) è stata bloccata dalle autorità turche il 30 giugno a causa di problemi di licenza, la ricerca del sito è salita alle stelle tra i cittadini.

"DW sarà probabilmente più popolare ora di quanto non fosse prima del blocco, il che è facile da aggirare", ha twittato Oliver Linow, specialista della libertà in Internet di DW.

Chi prima non conosceva @DeutscheWelle in #Turchia ora può farlo. Il 30 giugno, la Turchia ha bloccato il sito web di DW. Le query di ricerca di Google in Turchia sono immediatamente aumentate notevolmente. DW sarà probabilmente più popolare ora di quanto non fosse prima dell'arresto, il che è facile da aggirare. pic.twitter.com/TSsh6NI4Ur2 luglio 2022

Scopri di più

Tuttavia, DW non è stata l'unica vittima del Supreme Radio and Television Council (RTÜK), l'autorità di regolamentazione delle telecomunicazioni del governo. Anche Voice of America (VOA), il punto vendita della US Global Media Agency, è stato censurato per non aver soddisfatto i nuovi requisiti di trasmissione.

La direttrice ad interim di VOA Yolanda López ha espresso la sua opposizione agli sforzi di RTÜK di "censurare la copertura mediatica sfavorevole". Allo stesso tempo, ha detto ai lettori che "attraverso strumenti di elusione e altri mezzi, VOA non sarà scoraggiato".

Perché la Turchia sta censurando il sito di notizie?

In un comunicato ufficiale (si apre in una nuova scheda), il regolatore turco ha spiegato che la legge richiedeva il blocco di DW e VOA perché non avevano richiesto la necessaria licenza di emittente. A febbraio, a DW e VOA è stato di fatto ordinato di ottemperare all'obbligo di continuare ad operare nel Paese.

Sebbene RTÜK affermi di essere “favorevole al pluralismo, alla libertà di stampa e alla libera informazione dei media”, i media internazionali hanno espresso preoccupazione per la libertà di stampa nel paese.

In Turchia, il 90% dei media nazionali è ora sotto il controllo del governo, secondo Reporter senza frontiere (si apre in una nuova scheda).

Il CEO di DW Peter Limbourg ha dichiarato di aver deciso di non conformarsi per paura che una tale licenza avrebbe consentito al governo turco di censurare (si apre in una nuova scheda) il suo contenuto.

“I media autorizzati in Turchia sono tenuti a rimuovere i contenuti online che RTUK ritiene inappropriati. Questo è semplicemente inaccettabile per un'emittente indipendente", ha affermato, sostenendo che DW ora farà causa per azioni legali contro il blocco.

Inoltre, il coordinatore del programma Europa e Asia centrale del Comitato per la protezione dei giornalisti, Gulnoza Said, ha condannato la mossa (si apre in una nuova scheda) e ha esortato il controllo dei media a revocare il divieto. "La censura delle autorità turche sulle emittenti internazionali Voice of America e Deutsche Welle è l'ultimo tentativo di mettere a tacere i media critici mentre il Paese si prepara per le elezioni del prossimo anno", ha affermato.

Persona che utilizza un computer portatile con la bandiera della Turchia sullo schermo

(Credito immagine: Shutterstock)

Come può aiutare una VPN

L'utilizzo di uno dei migliori servizi VPN può consentire agli utenti di accedere facilmente ai siti censurati. Come? Una VPN è uno strumento di sicurezza che nasconde il tuo vero indirizzo IP, proteggendo al contempo i tuoi dati in transito all'interno di un tunnel crittografato.

I turchi saranno in grado di indurre il loro ISP a pensare di trovarsi in un posto completamente diverso per esplorare tutti i siti vietati e proteggere le loro attività online.

Con oltre 245 siti Web bloccati solo tra il 000 e il 2014, una legge che regola le piattaforme di social media e il controverso disegno di legge sulla disinformazione in arrivo, le persone che vivono o semplicemente visitano la penisola anatolica potrebbero considerare una buona VPN turca per sfuggire alla severa censura e alla sorveglianza invasiva. le pratiche.

Quando si tratta di scegliere il miglior servizio, assicurati di cercare una crittografia avanzata, funzionalità di sicurezza aggiuntive e funzionalità di blocco geografico affidabili. La nostra raccomandazione n. 1 è ExpressVPN, che puoi provare senza rischi con la sua garanzia di rimborso di 30 giorni.

1644785069 141 Come guardare il Super Bowl 2022 online gratis dal vivo

Condividi questo