Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere non cercherà di "competere" con la leggendaria trilogia di film di Peter Jackson quando il primo uscirà entro la fine dell'anno.

Secondo il co-showrunner Patrick McKay, che ha dichiarato alla rivista Empire (ouvre dans un nouvel onglet) che The Rings of Power deve ancora riprodurre il lavoro originale che Jackson e la sua compagnia hanno realizzato nella sua serie di film Il Signore degli Anelli.

Poiché The Rings of Power è ambientato nella Seconda Era, un'era prima degli eventi de Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit, è comprensibile il motivo per cui sono stati fatti confronti tra lo spettacolo Prime Video e gli adattamenti cinematografici di Jackson. La serie Il Signore degli Anelli di Amazon si sta posizionando come uno spettacolo multi-narrativo di alto profilo che attinge principalmente dal fantasy, ma attinge da altri generi. Dato il modo in cui i film di Jackson hanno fatto la stessa cosa e quanto sono stati influenti sul genere fantasy negli ultimi due decenni, sarebbe un errore se il team creativo principale di The Rings of Power non cercasse ispirazione nelle sue due trilogie di film. .

Tuttavia, mentre McKay ha ammesso che lui e il co-creatore JD Payne sono "fan" delle opere di Jackson, sarebbe sciocco per la coppia provare a copiare il suo piano per la serie TV Prime Video.

“Chiunque si avvicini a Il Signore degli Anelli sullo schermo si sbaglierebbe se non pensasse a quanto sia meravigliosamente corretto. [Jackson] ne aveva così tanti", ha detto McKay. “Ma siamo fan da lontano, tutto qui. Gli Anelli del Potere non stanno cercando di competere con lui".

Pubblicato tra il 2001 e il 2003, la trilogia di film Il Signore degli Anelli di Jackson è una delle serie di film fantasy più importanti e di successo di tutti i tempi. I tre film hanno incassato 2990 miliardi di dollari al botteghino mondiale, mentre il trio ha vinto numerosi premi (tra cui un record di 11 Oscar alla 76a edizione degli Academy Awards nel 2004) in più discipline. La trilogia di Hobbit ha avuto meno successo, almeno in termini di montepremi, tra il 2012 e il 2014, ma ha comunque incassato 2.93 miliardi di euro di biglietti venduti in tutto il mondo.

Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere non si avvicineranno a quei numeri – dopotutto è uno show televisivo – ma Amazon Studios spera di attirare nuovi abbonati al suo servizio di streaming. The Rings of Power uscirà in esclusiva su Prime Video il 2 settembre 2022.

Analisi: entrare in una nuova era

Un giovane Galadriel sarà uno dei personaggi principali degli Anelli del Potere. (Credito immagine: Amazon Studios)

Ha senso che Payne, McKay e compagnia non cerchino di replicare le opere iconiche di Jackson. Sono già in corso confronti tra The Rings of Power e le due trilogie di film di Jackson, con i fan di quest'ultimo, e i fan di JRR Tolkien in generale, divisi sulla decisione di Amazon di fare addirittura di Lord of the Power uno show televisivo.

Distanziare la serie da quanto l'ha preceduta è quindi una mossa intelligente. Naturalmente, saranno sempre tracciati parallelismi tra The Rings of Power e altri adattamenti live-action delle opere di Tolkien. Ma Il Signore degli Anelli di Amazon merita l'opportunità di dimostrare che sarà un investimento utile, sia per gli studi Amazon che per il pubblico, senza timore di essere cancellato prima dell'uscita.

Aiuta anche il fatto che The Rings of Power attinga da elementi della tradizione de Il Signore degli Anelli piuttosto che adattare direttamente racconti amati come hanno fatto le trilogie di Jackson. Sì, Il Signore degli Anelli di Amazon è ambientato nella Seconda Era, ma racconterà storie originali, ambientate nella Terra di Mezzo, dentro e intorno ai principali eventi, battaglie e l'ascesa e la caduta delle civiltà che hanno luogo in questo momento .

Aggiungi l'introduzione di nuovi personaggi, così come l'elaborazione delle storie del cast principale, inclusi Galadriel, Elrond, Isildur e Durin IV, nell'equazione, e The Rings of Power ha libero sfogo, che è approvato dalla maestria di Tolkien, in ogni caso. – porta il franchise de Il Signore degli Anelli in una nuova direzione. Finché lo spettacolo mantiene la tradizione della Terra di Mezzo e tutto ciò che è venuto prima, dovrebbe suonare (gioco di parole totalmente intenzionale) in una nuova era per la serie leggendaria di Tolkien.

Le migliori offerte Amazon Prime di oggi

Condividi questo