Sega sembra essere ben consapevole della richiesta di una console Dreamcast Mini, ma si scopre che la portata di un progetto del genere potrebbe superare di gran lunga i mezzi del gigante dell'hardware.

Il produttore di hardware classico di Sega Yosuke Okunari ha discusso del Mega Drive Mini 2 recentemente annunciato in un'intervista con Famitsu (si apre in una nuova scheda). Durante questa conversazione, Okunari afferma che Sega ha preso in considerazione le versioni per console Mini per Saturn e Dreamcast. Tuttavia, ammette che un progetto del genere costerebbe troppo.

L'utente di Twitter gosokkyu (si apre in una nuova scheda) ha trascritto questo segmento dell'intervista a Famitsu. È qui che Okunari afferma che "l'interno di MD Mini non può gestire bene i giochi Saturn e lo sviluppo e la produzione di nuovi chipset durante la pandemia è un processo difficile e costoso".

Okunari scherza sul fatto che mentre una Mini Saturn o Dreamcast potrebbe non essere un progetto fattibile in questo momento, vorrebbe sviluppare una Mini che "costi tanto quanto una vera console moderna". (grazie, Nintendo Life (si apre in una nuova scheda))

Analisi: Dreamcast Mini? Sonno…

Ovviamente, vorremmo vedere un Dreamcast Mini alla fine arrivare sul mercato dei giochi. Ricordata con affetto come una delle migliori console di Sega, ha purtroppo incontrato una prematura scomparsa per mano della fiorente sesta generazione di console. Il fallimento del Dreamcast ha indotto Sega a ritirarsi quasi completamente dal business dell'hardware.

Ed è un po' un peccato, perché l'era Dreamcast ha visto l'uscita di alcuni dei titoli più ambiziosi di Sega. Sonic Adventure, Jet Set Radio, Phantasy Star Online e Shenmue sono solo alcuni dei tanti che vengono in mente qui. È stato anche il luogo di nascita di alcuni fantastici giochi di combattimento di Capcom, tra cui Marvel vs. Capcom 2 e il port definitivo di Street Fighter 3: Third Strike.

Mentre molti giochi dell'era Dreamcast sono stati ripubblicati su vetrine moderne come Steam, i port non sono sempre i migliori. I port di Jet Set Radio rimangono bloccati a 30 fps, ad esempio, mentre Sonic Adventure DX: Director's Cut ha introdotto nuovi bug e stranezze grafiche non presenti nella versione originale di Dreamcast.

Tuttavia, non possiamo certo incolpare Sega o Okunari per non averci provato. La pandemia di Covid-19 ha esacerbato la carenza di componenti che hanno fatto aumentare il prezzo di parti come i semiconduttori. Di conseguenza, un possibile Dreamcast Mini avrebbe potuto essere considerevolmente più costoso degli sforzi dell'editore con Genesis/Mega Drive Mini.

Detto questo, stiamo ancora aspettando con impazienza il rilascio del Mega Drive Mini 2, anche se sono attualmente in corso piani per un rilascio globale. Una volta più di 50 giochi, non beaucoup sont de titles de CD Sega difficile da giocare in dehors de l'emulation, nous sommes sûrs qu'il presentare un grande nome di fan a una litanie de jeux dont ils n'on probabilmente mai capire parlare.

Condividi questo