Seduto nel caldo sole della California, sciogliendomi lentamente sulla mia sedia pieghevole di legno mentre ascoltavo il keynote della WWDC 2022 di Apple, ho pensato: ne varrà la pena quando Tim Cook indosserà quei dolci e dolci occhiali Apple.

Ma non l'ha mai fatto. Il CEO di Apple e i suoi vari dirigenti che ci hanno presentato tutti i nuovi aggiornamenti iOS 16, iPadOS 16, watchOS 9, macOS Venture, sOS (oh aspetta, me lo sono inventato) non hanno rivelato né deriso gli occhiali per realtà aumentata o mista di Mela.

Non hanno introdotto la presunta piattaforma realityOS. Gli occhiali e qualsiasi codice che potrebbe supportarli non sono stati visualizzati. Non credo che ci sia una sola menzione significativa di AR o VR.

Non riesco a scrollarmi di dosso la delusione che provo per la mancanza di quell'ultima cosa, quel momento splendente che eleva un evento Apple al di sopra di tutti gli altri.

Non confonderti. Mi è piaciuto il keynote del WWDC 2022. È stata una vera e propria caserma dei pompieri di informazioni che tutti noi continuiamo a leggere.

Molte voci come le nuove schermate di blocco e notifica in iOS 16 e il potente M2 e il nuovo MacBook Air si sono avverate. Certo che l'hanno fatto, giusto? Le voci erano così forti e diffuse che il suo arrivo fu quasi annunciato.

Tuttavia, ci sono state almeno altrettante voci sulle cuffie per realtà mista di Apple. O sono due caschi? Ci sono forti voci su occhiali simili a occhiali che forniranno incredibili visioni di realtà mista del tuo mondo.

Si parla anche di copricapi più coinvolgenti che, come Meta Quest, fornirebbero esperienze VR all'aperto che ti permetterebbero di essere consapevoli del mondo esterno ma, soprattutto, vivere nella beatitudine della realtà virtuale.

non credere al clamore

Con l'avvicinarsi del WWDC, il ritmo delle voci su una sorta di imminente annuncio di Apple AR/VR è aumentato.

Proprio questa settimana, il New York Times ha pubblicato un lungo articolo pieno di "persone che sanno" che sembrava indicare che potremmo annusare Apple Glass al WWDC.

Per essere chiari, la storia non è mai scoppiata sul fatto che avremmo visto un visore o anche una piattaforma di sviluppo per supportarlo, ma gli annunci avevano lo scopo di offrire un potenziale supporto per app per il futuro visore.

So di essere andato alla conferenza principale pensando che, anche se non avremmo visto un touchscreen o un visore funzionante, Cook avrebbe rivelato la piattaforma di sviluppo realityOS per dare ai programmatori un lungo periodo di preparazione per l'hardware.

Mi aspettavo un vero sfrigolio da Apple Glass con uno stesso Tim Cook che reggeva le montature come occhiali alla fine del suo discorso.

Le voci che mi hanno portato lungo questo sentiero del giardino a parte, ho prestato molta attenzione alle parole di Cook. In una chiamata sugli utili nel 2018, Cook ha detto: "Penso che l'AR sia profonda".

Tre anni dopo, ha affermato che l'AR è di vitale importanza per il futuro di Apple.

Non credo che sia cambiato e nessuno dubita che Apple stia lavorando sodo su hardware AR e VR. Allora, cos'è successo?

La gente si accalca intorno a Tim Cook all'Apple Theatre, forse chiedendogli dove nasconde l'Apple Glass. (Credito immagine: Futuro/Lancia Ulanoff)

Alcuni osservatori del settore con cui ho parlato credono che l'intera sezione di Apple Glass e/o realityOS sia stata tagliata dal keynote all'ultimo minuto. La gente ha detto cose simili quando gli occhiali non si sono presentati all'evento primaverile di Apple, dove ha presentato il suo nuovo silicio e Mac Studio.

Questa nozione, tuttavia, dipinge Apple come capricciosa e persino incerta. La Mela che conosco è metodica e orchestra ogni esperienza, che si tratti di un prodotto che possiede o di un evento che ospita.

Il keynote del WWDC 2022 non è stato nemmeno un'esibizione dal vivo. Dopo una breve apparizione sul palco per salutare la folla di pasticceri, Cook è sceso e ha ripreso un video preregistrato di oltre 90 minuti. Come si apportano modifiche dell'ultimo minuto a una presentazione come questa?

Tuttavia, non riesco a scrollarmi di dosso la delusione che provo per la mancanza di quell'ultima cosa, quel momento splendente che eleva un evento Apple al di sopra di tutti gli altri.

Apple potrebbe ancora parlare in privato con gli sviluppatori di realityOS e Apple Glass (WWDC funziona tutta la settimana), ma l'opportunità di eccitare i consumatori (o le aziende) è sparita per un altro anno.

Non vedo Apple che svelerà una nuova piattaforma a metà anno, e certamente non al di fuori di un evento per sviluppatori. Dopotutto, Apple Glass non può vincere senza app e contenuti eccezionali. Il New York Times afferma che Apple sta parlando con artisti del calibro del regista Jon Favreau di portare contenuti straordinari su Apple Glass, ma nessuno di questi funzionerà senza le app e le interfacce per supportarlo.

Per questo hai bisogno di sviluppatori e per gli sviluppatori hai bisogno di WWDC. Immagino che dovremo aspettare fino al WWDC 2023.

Condividi questo