Cryptocrash non salva solo i giocatori su PC

L'attuale crollo delle criptovalute ha avuto effetti di vasta portata sul mercato tecnologico e ha persino avuto un impatto significativamente positivo sull'ambiente.

Secondo i dati riportati da Digiconomist, l'incidente ha ridotto notevolmente le emissioni di carbonio: 150,000 tonnellate di CO2 al giorno vengono evitate grazie alla riduzione del crypto mining.

Come ha affermato Digiconomist, "Le riduzioni totali delle ultime settimane rappresentano già un quarto delle riduzioni annuali di CO2 dei veicoli Tesla". Vedremo quanto diminuiranno le emissioni man mano che il mercato continua a diminuire.

Il crollo delle criptovalute (finora) sta avendo un impatto duraturo sulle emissioni di carbonio associate. Ogni giorno vengono evitate 150.000 tonnellate di CO2 rispetto a prima dell'incidente. Le riduzioni totali delle ultime settimane rappresentano già un quarto delle riduzioni annuali di CO2 dei veicoli Tesla. pic.twitter.com/BPiTu1d8WP30 giugno 2022

Scopri di più

Per contesto, questa quantità di emissioni di carbonio evitate, secondo l'analisi Digiconomist, è maggiore dell'intero risparmio netto globale prodotto dall'impiego di veicoli elettrici, che l'Agenzia internazionale per l'energia (apre in una nuova scheda) stima essere di circa 50 Mt nel 2020.

Ovviamente, questo è solo per evitare le emissioni di carbonio, il che significa che sono le emissioni di carbonio che non stiamo aggiungendo attivamente alla nostra produzione di emissioni totali, l'inesistente mostra che cancelliamo.

Analisi: gli effetti drammatici del mining di criptovalute

Vedere quante emissioni di carbonio sono diminuite dopo il crollo della criptovaluta è a dir poco deludente. L'industria delle criptovalute ha lasciato un impatto negativo duraturo sul mondo.

I notevoli danni del cryptomining sur l'environnement sono un fatto ben documentato, diversi études faisant état de la quantité incroyably importanti d'émissions de carbone qu'elle release in raison de la forte consommation d'énergie de l'exploitation minière via dei dispositivi elettronici.

I dispositivi minerari basati su ASIC producono anche notevoli rifiuti elettronici, poiché la loro durata è in media da tre a cinque anni prima che debbano essere sostituiti e le apparecchiature usate non possono essere riutilizzate per altri usi per sua natura.

Un'altra forma di attrezzatura per il mining si presenta sotto forma di GPU e i minatori sono alla ricerca delle migliori schede grafiche, come possiamo vedere, i minatori di Ethereum da soli hanno speso 15 miliardi di euro in schede grafiche negli ultimi due anni. Anche le migliori schede grafiche economiche di qualche generazione fa sono diventate quasi impossibili da acquistare durante il boom delle criptovalute.

Molte di queste carte stanno ora inondando il mercato dell'usato mentre i minatori cercano di recuperare le loro perdite, senza modo di sapere quale potrebbe essere la loro durata residua o le condizioni in cui hanno operato. Quindi non c'è davvero modo di sapere se queste carte usate sono un buon acquisto a meno che i miner non le stiano letteralmente regalando.

Condividi questo