Capcom ha rilasciato una dichiarazione ufficiale per Resident Evil 3 Remake in merito (*7*) ai nuovi requisiti di sistema di gioco per Steam.

Secondo la dichiarazione, dopo aver installato la patch di aggiornamento, (*7*) i giocatori potranno giocare solo alla versione Steam di Resident Evil 3 su Windows 10, mentre in precedenza (*7*) i giocatori con Windows 7 e 8.1 potevano giocarci prima. Non solo, ma (*7*) anche i requisiti di DirectX e della grafica sono completamente cambiati.

Secondo Capcom, chi vuole continuare a giocare alla versione attuale del titolo dovrà scegliere l'opzione "Vai offline" ogni volta che avvierà il gioco. La società ha inoltre avvertito che una volta applicato l'aggiornamento non sarà possibile ripristinare la versione precedente. , anche tramite una disinstallazione.

I giocatori che acquistano un gioco con DRM annesso corrono sempre il rischio di essere rimossi o, come in questo caso, di vedersi applicate patch indesiderate. Ma molti lo accettano come una parte necessaria dei giochi per PC (*7*), specialmente quando si tratta di prezzi che sono spesso molto più economici dei giochi per console (*7*).

Tuttavia, l'annuncio di Capcom ricorda che (*7*) i giochi DRM non sono interamente tuoi e possono essere modificati o revocati in qualsiasi momento. E mentre le politiche di rimborso stanno diventando più comuni, non sono onnipresenti e possono anche essere limitate o revocate con poco o nessun preavviso.

Nel frattempo, una versione fisica di un gioco per console con un prezzo più alto arriva con la consapevolezza che una volta che un giocatore lo acquista, il gioco non può essere modificato senza il suo consenso. E anche le versioni digitali sono più difficili da spingere rispetto a un gioco per PC con DRM.

Indipendentemente dalla tua scelta, è ovviamente importante comprendere tutti i (*7*) rischi associati al tuo ambiente.

Condividi questo