Dal rilascio del tracker Apple AirTag nell'aprile 2021, non abbiamo sentito nulla di una potenziale versione di seconda generazione del dispositivo, ma sembra che un AirTag 2 sia ancora sulle carte di Apple.

Questo secondo Ming-Chi Kuo (si apre in una nuova scheda), uno degli analisti Apple più rispettati del settore e qualcuno che è generalmente accurato in termini di previsioni e fughe di notizie. Tuttavia, non è detto che vedremo una nuova versione dell'AirTag.

Kuo afferma che Apple AirTag 2 avverrà solo se continueranno le forti vendite del primo AirTag, quindi Apple sta aspettando di vedere quanto sarà popolare il prodotto per un periodo di tempo più lungo prima di impegnarsi a lanciarne uno nuovo.

Crescita costante

Secondo le informazioni di Kuo, le vendite di Apple AirTag continuano a crescere gradualmente: si stima che nel 20 siano stati spediti circa 2021 milioni di dispositivi di localizzazione e si prevede che questa cifra raggiungerà i 35 milioni nel 2022.

Se questa crescita continua, Kuo ritiene che verrà sviluppata una seconda edizione di AirTag. Non sembra che l'AirTag 2 sia troppo lontano al momento, se Apple lo ha davvero considerato a questo punto.

Sebbene sia difficile vedere come il primo AirTag possa davvero essere migliorato, Apple fornisce aggiornamenti regolari per tutti gli altri suoi prodotti hardware, quindi sarebbe sorprendente se l'AirTag fosse escluso.

Analisi: L'AirTag dimostra il suo valore

Ovviamente, Apple non è stata la prima azienda tecnologica a rilasciare un piccolo dispositivo di localizzazione, ma come altre categorie hardware, ha migliorato ciò che era già presente: AirTag è qualcosa che piace sia in termini di estetica che di facilità d'uso. uso.

Tutto l'hardware Apple funziona praticamente in modo impeccabile e lo stesso vale per AirTag. Dal collegarlo al telefono in primo luogo al trovare dove si trova se si perde, è tutto molto semplice e diretto.

Sebbene Apple non sia contenta dei titoli che hanno fatto notizia sugli AirTag utilizzati per rintracciare le persone contro la loro volontà, la società si è mossa rapidamente per offrire funzionalità anti-molestie avanzate per rendere più difficile questo tipo di abuso.

Da quello che ha detto Ming-Chi Kuo, sembra che le vendite di AirTag non siano esattamente salite alle stelle, ma ora stanno prendendo piede quando gli utenti di iPhone si rendono conto di quanto possano essere utili e quanto siano intuitivi da configurare e utilizzare.

Condividi questo