AMD cerca di calmare la polemica sulle GPU RDNA 3

Le nuove schede grafiche RDNA 3 di AMD sono state oggetto di polemiche dopo il loro rilascio, con la società che ha affrontato direttamente un punto critico sollevato dalla voce.

Vale a dire, quel Team Red ha rilasciato Navi 31 con hardware di prelettura dello shader non funzionante (su silicio A0; torneremo su cosa significa), una teoria avanzata dal leaker hardware Kepler_L2 (si apre in una nuova scheda) su Twitter (tra gli altri ).

AMD ha dichiarato a Tom's Hardware (si apre in una nuova scheda): "Come le precedenti generazioni di hardware, il precaricamento degli shader è conforme a RDNA 3 secondo (*3*). Il codice in questione [evidenziato da Kepler_L2] controlla una funzionalità sperimentale che non è stata selezionata per l'inclusione in questi prodotti e non sarà abilitata in questa build del prodotto.

"È pratica standard del settore includere funzionalità sperimentali per consentire l'esplorazione e la messa a punto per l'implementazione in una futura generazione di prodotti".

In altre parole, qui non c'è niente di rotto come suggerito dal leaker hardware, ma il codice pertinente è per una funzionalità sperimentale che non dovrebbe essere ancora abilitata (ma verrà utilizzata in seguito con una futura generazione di schede grafiche Radeon).

Analisi: fallo bene la prima volta, ma per quanto riguarda il driver grafico?

In breve, ciò che AMD dice è che non c'è niente da vedere qui, vai per la tua strada.

Questa controversia è stata anche racchiusa nel suggerimento che ci sia qualcosa di sbagliato nel (presunto) silicio A0 utilizzato in queste prime schede RDNA 3, con "A0" che significa che è il silicio di fabbrica iniziale della versione fisica. A1 sarebbe la revisione successiva (minore) (per correggere i problemi riscontrati nella prima versione), quindi A2 e così via (con un passaggio a B per modifiche maggiori, quindi C, ecc. - altre versioni potrebbero apparire nel tempo e sovrapporsi o viene applicato il fissaggio).

Ci sono alcuni punti da tenere a mente qui. Prima di tutto, AMD non ha confermato che le schede RDNA 3 utilizzino la versione A0 (questo proviene da fonti del settore e conversazioni dal vivo, quindi dobbiamo stare attenti). E il secondo punto è che il silicio A0 può essere, ed è, utilizzato dai produttori di chip con prodotti finiti, il che significa semplicemente che il silicio funziona bene e non ha bisogno di essere ruotato nuovamente, il che ha fatto qualcosa di impressionante (gli ingegneri hanno capito bene) la prima volta, in altre parole).

Certo, si potrebbe obiettare che AMD avrebbe voluto che la suddetta funzionalità di prelettura dello shader funzionasse in RDNA 3, ma non ha fatto il taglio, motivo per cui il Team Red ora la definisce sperimentale, e alcune persone lo hanno affermato, ma ovviamente non possiamo dire cosa sia successo dietro le quinte, e questa è pura speculazione.

A parte questa controversia, c'è ancora il problema di velocità di clock apparentemente instabili con enormi discrepanze tra RX 7900 XTX e 7900 XT, come altre persone su Twitter (e recensori), come noi, hanno sottolineato. Ne abbiamo discusso di recente. Secondo questi rapporti, i clock possono variare da qualcosa come 2,4 GHz a 2,9 GHz da gioco a gioco.

Ciò potrebbe essere correlato all'aumento del consumo energetico e alla diminuzione dei clock di conseguenza, ma sono state fatte alcune osservazioni di un consumo energetico simile tra queste velocità molto più elevate e (stranamente) inferiori. È difficile giudicare cosa sta succedendo qui, quindi in questa fase iniziale del gioco, AMD ha detto che sta esaminando il problema con l'aiuto dell'utente che lo ha originariamente scoperto.

E in ogni caso, in generale, i benchmark di gioco puntano a prestazioni solide per il 7900 XTX rispetto al suo rivale, l'RTX 4080 di Nvidia, e le correzioni dei driver potrebbero appianare le variazioni di frequenza dell'orologio più importante, forse. Tuttavia, le preoccupazioni sul consumo energetico e sulla velocità di aumento sono ancora una preoccupazione, ma si spera che tutto ciò che non va sia abbastanza risolvibile dal software.

In effetti, ci sono più che chiacchiere su come AMD avrebbe potuto accelerare RDNA 3 per rispettare il suo lungo programma di rilascio di fine anno, per impedire a Nvidia di dominare le vendite natalizie e per mantenere felici i suoi investitori. Quindi è del tutto possibile che la rifinitura dei driver Adrenalin possa aggiungere una notevole quantità di prestazioni nel (piuttosto) prossimo futuro.

Il rilascio di un prodotto senza driver completamente funzionanti non è una situazione nuova, ovviamente, ma non è nemmeno l'ideale; lontano da. Detto questo, supponiamo che la (tipo di) buona notizia per gli acquirenti di RDNA 3 sia che le loro carte potrebbero diventare più veloci nei prossimi due mesi, e forse anche considerevolmente più veloci. Ciò potrebbe portare a una situazione in cui il 7900 XTX supera effettivamente l'RTX 4080 e compete in modo più efficace con il 4090 (per la rasterizzazione, che significa prestazioni senza ray tracing); ma qui siamo avanti.

Le migliori offerte di schede grafiche di oggi

Condividi questo