La fine di un'era è alle porte, poiché Internet Explorer è stato finalmente ritirato dopo oltre 26 anni di servizio, nel bene e nel male.

Annunciato lo scorso anno, il ritiro ufficiale di Internet Explorer il 15 giugno 2022 arriva 26 anni e 10 mesi (9801 giorni, per l'esattezza) dopo la data di rilascio del 15 agosto 1995, quando il pubblico di Internet era nella sua infanzia. .

Quasi fin dall'inizio, ha suscitato polemiche. Dopo il rilascio di Windows 95 (sempre nell'agosto 1995), Microsoft Internet Explorer iniziò ad essere associato alle versioni OEM del sistema operativo.

Ciò significava che se hai acquistato un nuovo computer in un momento in cui tutti acquistato un nuovo computer, quasi sicuramente lo hai avviato con una copia del browser web di Microsoft già installata e impostata come programma predefinito per interagire con Internet.

Questo, ovviamente, è ciò che ha messo nei guai Microsoft con il governo degli Stati Uniti che ha portato con successo un'azione antitrust contro la società (USA contro Microsoft) che alla fine ha costretto Microsoft a consentire agli OEM di installare browser Web di tua scelta sulle macchine. hanno inviato

Tuttavia, questa strategia ha avuto successo e, all'inizio del millennio, se non si utilizzava un intermediario legacy come AOL, Internet Explorer era il modo in cui quasi tutti accedevano a Internet e non si poteva sapere come ciò potesse cambiare.

Microsoft Internet Explorer perde il suo vantaggio

(Credito immagine: Mozilla)

Internet Explorer 6 è stato rilasciato nel 2001 al momento della risoluzione finale del caso antitrust di Microsoft e non ha ricevuto un importante aggiornamento delle funzionalità per diversi anni critici da allora in poi.

Internet Explorer era allora il browser Web dominante al mondo, quindi Microsoft probabilmente pensava di poter riposare sugli allori. Ciò si è rivelato significativo per due motivi: controlli ActiveX e Mozilla Firefox.

I controlli ActiveX erano una funzionalità di Internet Explorer dal 1996 che consentiva alle pagine Web di includere codice eseguibile nel codice HTML che sarebbe stato eseguito su computer lato client (ovvero il computer) senza l'intervento dell'utente. Sebbene ciò abbia probabilmente reso Internet un'esperienza più ricca di quella che potrebbero produrre semplici pagine Web, si è anche trasformato quasi immediatamente in un incubo per la sicurezza e Internet Explorer non è mai stato in grado di sbarazzarsene.

Poi, nel 2004, è stato rilasciato Mozilla Firefox, uno dei primi grandi progetti open source su Internet, che offre navigazione web a schede, supporto per le estensioni e nessuna vulnerabilità del controllo ActiveX. Mentre gli utenti si riversavano su Firefox e, qualche anno dopo, su Google Chrome, Internet Explorer offriva pochi aggiornamenti fino al 2007, con Internet Explorer 7, ma ormai era quasi finito. Firefox, e poi Chrome, alla fine avrebbero eclissato Internet Explorer e ridotto la sua quota di mercato un tempo dominante a minimi impensabili da cui non si sarebbe più ripreso.

Microsoft Internet Explorer sta per andare in pensione

browser Internet

(Credito immagine: Shutterstock)

Nel 2015, quando Microsoft ha rilasciato il nuovo browser Microsoft Edge, ha quasi implorato i clienti di Internet Explorer di cambiare, in particolare quelli che ancora utilizzano Windows XP con Internet Explorer 6, che erano principalmente aziende e istituzioni, sebbene sia pieno di vulnerabilità che non possono essere rattoppato. nell'Internet moderna e in evoluzione.

Infine, dopo aver annunciato che avrebbe interrotto il supporto per Windows XP a causa della riluttanza ad andare avanti, Microsoft ha annunciato l'anno scorso che avrebbe abbandonato anche Internet Explorer.

Quel momento è finalmente arrivato. Attualmente, Internet Explorer, un tempo l'onnipotente sovrano di Internet, non è più supportato dalla maggior parte dei sistemi operativi, con aggiornamenti di sicurezza estesi molto limitati per alcuni servizi.L'azienda ha esteso i contratti di supporto che Microsoft è vincolata da un contratto a rispettare. Ma anche quelli saranno finiti entro la fine del 2023.

E 'fatto. È finita. Non devi andare su Edge, ma restare con Internet Explorer a tuo rischio e pericolo.

Anche se non tutti erano brutti tempi

Il dirigente di Xbox Live Marc Whitten presenta Internet Explorer per Xbox durante la conferenza stampa di Microsoft Xbox all'Electronic Entertainment Expo

(Credito immagine: Kevork Djansezian/Getty Images)

Internet Explorer ha meritato la reputazione che si è guadagnato per le sue vulnerabilità di sicurezza. Potresti fare clic su un URL su un forum Something Awful nei primi anni 2000 e avere il tuo computer completamente bloccato, o peggio, da qualcuno che si divertiva a guardare i computer del mondo bruciare.

Oltre ad Adobe Flash, non c'è niente sul tuo computer che dovresti evitare più di Internet Explorer. Era inutilmente debole con la sicurezza, qualcosa di cui i professionisti della sicurezza Internet stavano urlando a Redmond Void prima che i professionisti della sicurezza Internet fossero davvero una cosa.

Microsoft avrebbe dovuto saperlo meglio, ma è andata avanti con un browser web che ha letteralmente permesso a qualcun altro di installare ed eseguire un programma sul proprio computer con un solo clic incauto su una pagina web e ha costretto centinaia di milioni di persone a usarlo. Non si può negare che questa sia stata un'atrocità di un programma e persino Microsoft è felice di liberarsene.

Ma per un po' Internet Explorer è stato tutto ciò che c'era veramente e, venendo dal primo giardino recintato di Internet, America Online, usare Internet Explorer è stato come lasciare la casa dei miei genitori per la prima volta quando ero al college.

C'erano molti pericoli che potevo incontrare e molti problemi che ho evitato per un pelo, e persino in cui sono entrato, perché ero stupido. Ma è stato anche il momento più bello di molte delle nostre vite, quando la vita era piena di possibilità e pensavamo di essere immortali.

Internet Explorer è il luogo in cui molti di noi hanno scoperto per la prima volta che potevamo trovare qualsiasi cosa, e intendo qualsiasi cosa, su Internet. Da Ebaums World ai siti di cracking di chiavi CD e al vasto mondo degli emulatori. Gli emulatori di giochi sono illegali? Certo, non ci importava. La totalità di Internet mi era aperta in tutto il suo splendore, ma spesso spiacevole.

Ci sono cose che ho fatto con Internet Explorer che non avrei mai visto se qualcuno lo facesse oggi, anche con un browser sicuro come Edge, Chrome o Safari. All'epoca eravamo tutti ingenui di Internet all'estero e Internet Explorer è stato creato in un'epoca in cui Internet era davvero una frontiera.

Quei giorni sono finiti, così come Internet Explorer. Era la versione digitale della corsa lungo la I-35 in Texas con i miei amici nel cassone di un camion fino a dove i ragazzi del college minorenni bevevano birra. Sono grato di essere sopravvissuto a entrambe le esperienze in sicurezza. Non lo rifarei mai più, ma ciò non significa che non sia stato un inferno.

LaComparacion suona in Internet Explorer

Una pagina di Internet Explorer in esecuzione su Windows RT

(Credito immagine: Microsoft)

Tutti in TechRadar hanno un'opinione su Internet Explorer, sia che si tratti del suo primo browser negli anni '1990 o del browser che ha trasformato interi computer domestici in capsule Petri digitali per il malware. Ho chiesto al team cosa ne pensassero della fine di Internet Explorer e, nel bene e nel male, ha suscitato molte emozioni in quasi tutti.

"Ricordo di aver seguito il mio corso intensivo su Internet con mio padre tecnico alla fine degli anni '90 e all'inizio degli anni '2000 e una delle prime cose che ho fatto al di fuori dei suoi consigli è stata cercare giochi", ha affermato Josephine Watson, editore associato di TechRadar. "Bejeweled, Neopets, Miniclip e Runescape sono diventati i miei migliori amici in assenza di veri amici."

Per quanto affezionato fosse quel ricordo, non erano solo Neopets e il sole. " TANTO. DI. VIRUS. Watson ha aggiunto. “Qualsiasi altro sito scaricherà in qualche modo un Trojan sul mio computer. O l'ho fatto. Non posso ricordare".

"Non ricordo troppi problemi, ma poi, di nuovo, avevano appena inventato Internet quando ho iniziato e poter scaricare un'immagine, o un MP3 a 4kb/s, era solo un sogno per me", ha detto TechRadar. Editore globale, Gareth Beavis.

"Ho ancora una grande nostalgia per le icone grigie e il pulsante di aggiornamento collettivo, anche se quando sono passato a Firefox mi sono sentito come se avessi lasciato la scuola ed fossi entrato in una zona canaglia", ha aggiunto Beavis.

Internet Explorer ha anche i suoi difensori, come Désiré Athow, caporedattore di TechRadar Pro.

"È stato nella tana del coniglio che mi ha permesso di esplorare un mondo che prima mi era sconosciuto, saperne di più sull'"autostrada dell'informazione" e uscire con gli amici negli internet cafè dove noleggiamo computer a ore", ha detto Athow.

"Le carenze di Internet Explorer non dovrebbero oscurare il fatto che è stato un ottimo trampolino di lancio per i nuovi arrivati ​​sul Web", ha aggiunto. "È un peccato che Microsoft non l'abbia abbracciato come ha fatto Google con Chrome".

"Ero al college quando l'Università dell'Illinois ha lanciato NCSA Mosaic, un ottimo hub per i servizi Archie e Veronica disponibili nella biblioteca scolastica (dai un'occhiata ragazzi!) E l'app Fetch che tutti usiamo per hackerare il software in Internet. «Confessa Jeremy Kaplan, direttore dei contenuti di LaComparacion. “Così mia madre ha comprato un nuovo computer e l'ho convinta che aveva bisogno di comprare questo nuovo programma chiamato Netscape Navigator. . Una versione in scatola, per € 49.99... era l'unico modo per ottenere un programma così grande in quel momento. "

"Quando è uscito Internet Explorer", ha detto Kaplan, "anche a me sembrava un'app. Microsoft lo ha costantemente perfezionato e migliorato e, in modo abbastanza interessante, ha iniziato a offrire "estensioni Internet" per consentire alle persone di utilizzare il proprio browser.

“Da un lato, aveva senso offrire questa applicazione solo con un computer; dopotutto, prima dovevamo acquistare app", ha aggiunto Kaplan. “Ma è stato strano e ha davvero diviso il mercato. In seguito a cause legali, IE si sentiva ancora un po' viziata, un po' aziendale, un po' anch'io. Non avevo alcun vantaggio. Sono rimasto fedele a Netscape, ho preso Chrome quando Google lo ha rilasciato e non ho mai guardato indietro".

Condividi questo