I viaggiatori europei saranno presto in grado di chattare sui loro dispositivi mobili abilitati al 5G sugli aerei senza il timore di sentire "Per favore, metti il ​​telefono in modalità aereo" da un assistente di volo.

Una decisione della Commissione europea consentirà alle compagnie aeree di fornire chiamate vocali 5G e connettività Internet ad alta velocità entro il 2023; la decisione è stata rapidamente annunciata come un'opportunità commerciale per le aziende europee.

"Il cielo non è più il limite quando si tratta delle possibilità offerte dalla connettività ultraveloce e ad alta capacità", ha affermato in una nota Thierry Breton, commissario per il mercato interno.

La decisione ha sollevato interrogativi su quando le compagnie aeree statunitensi potrebbero consentire la connettività 5G a bordo dei loro aerei per chiamate vocali e intrattenimento sui voli commerciali.

La Federal Aviation Administration (FAA) degli Stati Uniti non vieta l'uso di dispositivi elettronici personali (inclusi i telefoni cellulari) sugli aerei. Invece, la Federal Communications Commission (FCC) degli Stati Uniti lascia la decisione alle singole compagnie aeree.

In effetti, le regole FCC consentono "qualsiasi altro dispositivo elettronico portatile che l'operatore aereo ha determinato non causerà interferenze con il sistema di navigazione o di comunicazione dell'aeromobile in cui verrà utilizzato".

Questo è dove sta il problema.

L'anno scorso, le nuove reti 5G hanno causato interferenze con i vecchi strumenti della cabina di pilotaggio come gli altimetri. Gli altimetri sono essenziali, soprattutto per l'atterraggio in condizioni di scarsa visibilità; Funzionano a frequenze intorno ai 4,4 GHz.

Negli Stati Uniti, le reti 5G vengono implementate utilizzando la banda C, con frequenze comprese tra 3,7 GHz e 3,98 GHz, all'estremità inferiore dello spettro 5G; questo lascia pochissimo spazio tra le frequenze utilizzate dagli strumenti della cabina di pilotaggio e ha causato interferenze in passato. In Europa, il 5G utilizza frequenze di 5 GHz o superiori, fornendo un buffer sufficiente tra le comunicazioni cellulari e gli strumenti di bordo.

Detto questo, con una tecnologia di filtraggio relativamente semplice o aggiornamenti degli strumenti, le trasmissioni in banda C 5G non sarebbero più un problema, secondo Dan Bieler, analista principale di Forrester Research.

“Spetta alle compagnie aeree abilitare il 5G per i loro aerei. A tal fine, la Commissione europea ha designato alcune frequenze per il 5G in volo", ha affermato Bieler.

Tom Wheeler, ex presidente della FCC e ora studioso in visita presso la Brookings Institution, ha dichiarato la scorsa settimana al Washington Post che le preoccupazioni sull'interferenza con gli strumenti della cabina di pilotaggio erano molto esagerate.

"La realtà è che la stragrande maggioranza degli aerei ha altimetri schermati dai segnali", ha detto Wheeler, e i modelli più vecchi vengono sostituiti o schermati.

L'International Air Transport Association (IATA), un'associazione di categoria che rappresenta 290 compagnie aeree in tutto il mondo, ritiene che "l'introduzione di dispositivi mobili 5G nell'ambiente di cabina degli aerei non dovrebbe avere un impatto in termini di interferenza con i sistemi di bordo".

"Se l'uso di tali dispositivi per le chiamate vocali dovrebbe essere consentito dovrebbe essere una decisione per ogni singola compagnia aerea", ha detto un portavoce in una risposta via e-mail a Computerworld.

I passeggeri delle compagnie aeree non possono effettuare normali chiamate 5G o navigare sul Web a bordo di aerei commerciali, poiché gli aerei volano troppo in alto, troppo velocemente e su troppe aree remote perché la connettività 5G sia disponibile con una qualità accettabile.

Negli ultimi due decenni, dozzine delle principali compagnie aeree hanno iniziato a offrire Wi-Fi in volo a pagamento tramite antenne aria-terra ad alte prestazioni situate alla base della fusoliera dell'aereo. In sostanza, l'aereo diventa un punto di accesso Wi-Fi, in quanto il segnale viene trasmesso in tutto l'aereo attraverso una serie di punti di accesso (router).

I passeggeri che pagano per il Wi-Fi in volo possono fare tutto ciò che farebbero normalmente quando sono connessi a Internet, incluso l'invio di e-mail e lo streaming di film. Ma quella connettività si basava su velocità dei dati più lente. Un altro difetto: il sistema non funziona in grandi specchi d'acqua a meno che il segnale non venga trasmesso a un sistema di comunicazione satellitare.

Gogo Inflight è uno dei fornitori più prolifici di connettività Internet in volo. L'azienda con sede a Broomfield, in Colorado, fornisce a più di 2500 aerei di linea commerciali e 6600 business jet i suoi servizi Wi-Fi in volo per l'intrattenimento e la connettività wireless.

I clienti di Gogo includono American Airlines, Alaska Airlines, Air Canada, British Airways, Delta Air Lines, United Airlines e Virgin Atlantic. A ottobre, Gogo ha annunciato di aver completato il lancio delle sue torri 5G negli Stati Uniti.

Ma le compagnie aeree che operano negli Stati Uniti rimangono riluttanti ad abilitare gli aerei per le comunicazioni 5G.

"Ecco perché le compagnie aeree attualmente richiedono di mettere il telefono in modalità aereo, che consente comunque la connettività Wi-Fi, ma non cellulare", ha affermato Bill Menezes, consulente senior presso Gartner Research.

Senza problemi di interferenza 5G, ci sono solo due motivi per cui le compagnie aeree statunitensi si opporrebbero all'uso del cellulare sugli aerei: le compagnie aeree vogliono continuare a vendere il diritto esclusivo alla connettività Wi-Fi, Fi e intrattenimento e/o non vogliono che i passeggeri commentino tutto sopra il luogo. un volo.

"C'è qualcuno che vuole lavorare e ha un tablet abilitato per il cellulare o vuole fare chiamate di gruppo o qualcosa del genere, e non può", ha detto Menezes, che stava partecipando a una conferenza a Las Vegas. “Qui ci sono persone che sono arrivate dalla costa orientale ed è un volo di quattro o cinque ore. È tanto tempo per stare seduti a giocare con i pollici".

Ci sono anche vantaggi nel dare il via libera all'uso delle comunicazioni 5G per le stesse compagnie aeree. Possono ridurre il peso degli aerei, ad esempio, rimuovendo gli schermi di intrattenimento dai poggiatesta. Alcune compagnie aeree, come Alaska Airlines, offrono supporti sul retro dei poggiatesta in cui i passeggeri possono collegare i propri tablet per l'utilizzo con il Wi-Fi.

"In questa fase, non è chiaro quante compagnie aeree implementeranno la connettività 5G sui loro aerei", ha affermato Bieler. “Dopotutto, un aereo è uno degli ultimi posti in cui puoi sfuggire alle chiacchiere di molti utenti di smartphone.

"Le compagnie aeree dovranno decidere cosa significhi l'esperienza del cliente per i loro passeggeri: la relativa libertà e tranquillità di un'area senza connettività o la libertà di rimanere sempre connessi", ha affermato Beiler. "Se si opta per quest'ultimo, le compagnie aeree potrebbero prendere in considerazione la possibilità di fornire regole di base sull'etichetta di utilizzo dello smartphone".

Nel dicembre 2021, la FCC ha proposto l'accesso in volo ai servizi mobili per tutti i viaggiatori, ma la decisione di consentire ai consumatori di accedere ai propri dispositivi mobili durante il volo sarà lasciata alla discrezione di ciascuna compagnia aerea.

A giugno, la FAA ha aggiornato la sua guida per affermare che le flotte "commerciali primarie" dovrebbero essere dotate di altimetri o filtri 5G potenziati entro luglio 2023, dopodiché le società wireless dovrebbero continuare a implementare reti 5G vicino alla maggior parte degli aeroporti "con restrizioni minime". .

La FCC, in una FAQ, ha osservato: "Se approvate, ... le nuove regole potrebbero dare alle compagnie aeree la possibilità di installare un sistema di accesso aereo che fornisca la connessione tra i dispositivi wireless dei passeggeri e le reti wireless commerciali, come servizio Wi-Fi viene fornito oggi a bordo degli aerei per fornire connessioni Internet e gestire le connessioni in modo sicuro ", ha affermato l'agenzia.

Copyright © 2022 IDG Communications, Inc.

Condividi questo