3 trucchi per la posizione poco conosciuti per l'Assistente Google su Android

3 trucchi per la posizione poco conosciuti per l'Assistente Google su Android

Non so se l'hai notato, ma il nostro assistente virtuale preferito sta perdendo parte della sua intelligenza sensibile alla posizione.

Sì, oh sì: per ragioni sconosciute, Google sta rimuovendo silenziosamente la capacità dell'assistente di gestire i promemoria in base alla tua posizione fisica. è stato possibile per molto tempo su Android. Fa parte di un più ampio riallineamento della campagna di confusione delle funzionalità di Google che sembra porre maggiormente l'accento sul servizio Enterprise Tasks e sulla sua integrazione con altre app Google.

Bla bla bla bla bla. Possiamo spettegolare tutto il giorno sulla stupidità di questo cambiamento e sull'oro comico dell'abitudine di Google di infinite infradito. E siamo onesti: quasi sicuramente lo faremo, uno di questi giorni. Ma non oggi, Gersh dura.

Oggi voglio concentrarmi su alcune funzioni di localizzazione poco conosciute che l'assistente ha ancora a portata di mano, perché mentre potresti perdere quell'opzione relativa alla posizione, l'assistente ha ancora modi potenti per interagire con i tuoi movimenti. Sta solo a te renderti conto che sono disponibili e poi ricordarti di usarli.

Pronto?

Suggerimento n. 1 per l'individuazione dell'assistente: l'incantesimo di localizzazione automatica(*3*)

Inizieremo con il comando più semplice del gruppo, ma che può essere sorprendentemente utile nella giusta situazione. Schiarisci la gola, esercita la tua migliore voce e dì quanto segue al tuo telefono Android preferito:

Ehi Google: dove sono?

Può sembrare un segno di una crisi esistenziale, ma questo incantesimo di sei sillabe mostrerà una mappa reale con la tua esatta posizione attuale. Puoi toccarlo per vedere tutto, schiaffeggiarlo per mettere una macchia sullo schermo e farti sembrare sciocco, o dire un "whoaaaaa" come Keanu per far sapere all'Assistente che hai ingerito grandi quantità di peyote.

Suggerimento per la posizione dell'assistente n. 2: il sistema di condivisione istantanea(*3*)

La prossima volta che ti ritrovi a cercare di incontrare un cliente, un collega o un simpatico cammello travestito da koala, ricorda questo prezioso comando dell'assistente:

Ok Google: condividi la mia posizione.

Queste cinque parole renderanno il tuo compagno invisibile Android sputare fuori alcuni contatti che pensa tu possa voler invitare nella tua posizione attuale. Se non sono i mammiferi di cui hai bisogno, puoi dire il nome della persona con cui vuoi condividere, purché sia ​​nei tuoi contatti, oppure puoi toccare l'opzione sullo schermo in quel momento per scegliere un altro contatto manualmente.

Una volta fatto, l'assistente invierà un collegamento alla mascherata di cammelli umani e/o koala di tua scelta e potranno vedere esattamente dove ti trovi con un solo tocco in più del loro dito/muso.

Suggerimento per la posizione del mago n. 3: il genio che ricorda le posizioni(*3*)

Oggi abbiamo conservato il meglio per ultimo, soprattutto se la tua testa è morbida come la mia e incapace di ricordare anche le informazioni più elementari.

Quest'ultimo comando è estremamente utile per memorizzare una posizione specifica nel cervello virtuale del tuo telefono Android e quindi aiutarti a tornarci in qualsiasi momento in futuro. In effetti, non sapevo nemmeno che esistesse fino a poche settimane fa, quando è stata posta una domanda nel nostro supporto della community Platinum di Android Intelligence che mi ha ispirato a scavare un po' più a fondo.

Quindi scava questo: tutto ciò che devi ricordare sono queste sei parole magiche:

Ok Google: ricorda dove ho parcheggiato.

Sia che tu stia pianificando di parcheggiare o cercando di ricordare una posizione per qualche altro scopo, questo comando farà in modo che Assistant memorizzi la tua posizione fisica attuale nelle sue vaste banche virtuali.

E quando vuoi ritrovare la strada del ritorno, non importa quanto tempo sia passato, puoi dirlo Ok Google: Dov'è la mia macchina? per ottenere una mappa interattiva della stessa posizione, oppure Ok Google: vai alla mia macchina per andare direttamente alla navigazione turn-by-turn.

Se preferisci evitare il gergo specifico del parcheggio o memorizzare più posizioni contemporaneamente, ecco un'altra ottima opzione, anche se un po' più complessa. Riscalda la gola assetata e canta quanto segue, preferibilmente con un tocco operistico esagerato:

Ok Google: ricorda questa posizione.

Ciò farà sì che la procedura guidata ti chieda di assegnare alla tua posizione attuale un nome personalizzato, qualsiasi cosa tu possa ricordare ("Meatball Central", "My Happy Spot", "Quel posto dove ho incontrato il cammello raccapricciante", ecc.). E poi quando vuoi tornare in quella zona, puoi dire all'assistente di farlo vai a seguito dal nome specifico che hai utilizzato.

E ricorda anche: se ti mancano davvero i promemoria basati sulla posizione dell'assistente, puoi sempre fare lo stesso creando una nuova nota in Google Keep e quindi impostando lì il tuo promemoria. Non è semplice come il metodo di comando vocale dell'assistente, ma ehi, se c'è qualche consolazione qui, Google quasi sicuramente cambierà le cose e troverà presto un altro metodo per gestirlo.

Ottieni sei giorni interi di conoscenza avanzata di Android con la mia app completamente gratuita Supercorso Scorciatoie Android. Imparerai tantissimi trucchi per risparmiare tempo con il tuo telefono!

Copyright © 2022 IDG Communications, Inc.